Rassegna stampa: i giornali in edicola domenica 2 febbraio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
LOGO_RASSEGNA_STAMPAEcco i titoli delle prime pagine sui giornali La Città, Metropolis, Mattino e Corriere del Mezzogiorno. Rassegna stampa a cura di Salernonotizie

 

 

 

 

 

 


Sul quotidiano LA CITTA’ il titolo di apertura è:

“Non è più il sindaco da maggio”. La sentenza del tribunale di Salerno sul caso De Luca: la decadenza dal giorno del giuramento a Roma. Dubbi sulla legittimità degli atti di questi mesi. Nuoco attacco al Pd: “Peggio della Dc”.

La foto notizia: La crisi a Salerno. Gli operai licenziati occupano lo stabilimento dell’Essentra.

Di spalla: Pastena. “Porto turistico senza permessi”. Ilardi: “Assurdo”.

Ed ancora: Mercati rionali. “Scempio rifiuti. Gli ambulanti: “Non multateci”.

Ancora di spalla: Zona industriale. Auto si schianta contro blindato. Feriti in quattro.

A centro pagina:Leader col project financing.

Sempre a centro pagina: Porta Nova. Quella centralina “monocratica”.

E poi: Ricordi. Viaggio oltremanica. La convivenza civile.

Taglio basso:Gregucci rivolta la Salernitana. Oggi l’esordio con il Barletta. “Dobbiamo essere una squadra”.

Ed ancora: Niente transfert. Gli ultimi tre acquisti difficilmente utilizzabili.

E poi: Serie A. Fiorentina battuta. Il Napoli può allungare.

 

Sul quotidiano METROPOLIS la notizia di apertura è:

Non ci è possibile mostrarvi la prima di Metropolis. Ci scusiamo con i lettori della rassegna stampa

 

 

Sul quotidiano IL MATTINO in prima pagina troviamo:

Parte la rincorsa Gregucci: «Vogliamo i playoff». Oggi contro il Barletta il debutto del nuovo allenatore. Sul filo di lana i transfer per cinque nuovi acquisti. Salernitana atto terzo. Oggi pomeriggio contro il Barletta, in un’Arechi semivuoto per la protesta degli ultras, la formazione granata prova a ripartire per la terza volta quest’anno con obiettivi quasi immutati e tanti volti nuovi in campo dopo il mercato di gennaio. A quanto pare, infatti, nella notte sono arrivati i transfert per gli ultimi acquisti. Una rivoluzione. Ieri blitz di Lotito in ritiro e prima conferenza stampa di Gregucci: «La società vuole i playoff». E sulla squadra: «Colpa nostra se lo stadio è semivuoto, rivoglio i trentamila».

Ed ancora: Rosa Granata. I due «Angeli» con la spada. Altro che riparazione…il mercato di Gennaio per la Salernitana è stata la giusta occasione per attuare una vera e propria rivoluzione. Proviamo a fare il punto della situazione, e che non sia un caso che tutto coincida con l’arrivo dei due «angeli»?

Di spalla: Il commento. Le città del futuro e l’urbanistica finita sotto scacco (di Carla Errico). A ciascuno il suo Crescent. A Cava de’ Tirreni il «mostro» ha anche plasticamente i colori di una contrapposizione esiziale. Bianco contro nero. È una scacchiera. Quella che il sindaco Marco Galdi si ostina a volere al posto dei basoli di piazza Abbro, l’emiciclo nevralgico della città, proprio sotto le finestre del Municipio. Quella che intellettuali, ambientalisti e un comitato battezzato ad arte – «No scacchiera» – addita a pietra dello scandalo urbano. Apre il cantiere, e tutto lascia presagire che non sarà una passeggiata. Non solo per gli inevitabili disagi al traffico e alle attività commerciali. Non solo per l’incognita dei reperti archeologici che potrebbero riemergere dal sottosuolo. Soprattutto: per le furibonde passioni che la piazza ridisegnata a quadroni ha già mostrato di saper suscitare.

A centro pagina: Addiolavoro, falciatii quarantenni. ensione dopo l’assedio al manager inglese. Stabilimento presidiato, gli operai difendono i macchinari. Filtrona, tutti giovani gli 81 licenziati in tronco. E la multinazionale emigra in Turchia. Hanno quasi tutti meno di quarant’anni e nessuna certezza sul loro futuro. Cinque di loro, quel futuro, avevano creduto di assicurarselo un anno fa quando il loro rapporto di lavoro era stato trasformato a tempo indeterminato. Oggi sono disoccupati. Ancora giovani e senza prospettive. Eccolo il dramma-Filtrona, l’azienda multinazionale, produttrice di filtri per sigarette, che ieri ha ufficializzato senza preavviso il licenziamento di 81 persone.

Ed ancora: Le storie. «Un’altra beffa tagliati i sussidi». La beffa nella beffa. La legge prevede 2 anni di mobilità per chi è under 40, tre anni per chi ha età compresa tra i 40 e i 50 e 4 anni per tutti gli altri. «Sono stato assunto a marzo 2013 – racconta Teodoro Di Luca, uno dei dipendenti da poco assunti – Con la mia anzianità nell’azienda avrò diritto a pochi mesi di mobilità. Sono sposato e ho una bambina. Ditemi come posso sentirmi in questo momento».

Sempre a centro pagina: Il dossier. Project financing, è record di bandi.

Di lato: Pubblico/Indiscreto. Le persecuzioni dell’amore cieco (di Diego De Silva).

Taglio basso: Le tasse. «Adotta un cucciolo, non paghi la Tares». «Adotta un cane e non paghi la Tares». È un’iniziativa singolare, ma destinata a fare proseliti, quella del Comune di Montecorvino Rovella, che nei giorni scorsi ha avviato il progetto «Novantuno cuori», destinato a risolvere il problema del randagismo, che nel centro picentino ha assunto dimensioni rilevanti.

I box in alto: Le eccellenze. TUTTI A CASA SANREMO VETRINA DI ECCELLENZE.

Ed ancora: L’intervista. IL TALENTO DELLA BALDI REGISTA «SUI PATTINI».

E poi: Il compleanno. DIECI ANNI DI APPLAUSI AL TEATRO DELLE ARTI.

In prima pagina sul Corriere del Mezzogiorno troviamo:

Pompei, più liti che cantieri. Grande Progetto Ancora danni per la pioggia e sito chiuso per le assemblee. A due anni dalla scadenza solo 5 restauri avviati. Tra le polemiche sulla nomina di Massimo Osanna a soprintendente, le assemblee sindacali a cancelli chiusi e la pioggia che ogni giorno apporta nuovi danni agli Scavi, a Pompei avanza a rilento il nuovo piano di salvataggio del sito archeologico, con soli cinque cantieri aperti. Il piano è finanziato in gran parte dalla Ue, alla quale l’Italia dovrà restituire i fondi se i lavori del Grande Progetto non saranno conclusi per il 2015. È stato intanto appena consegnato all’Unesco, che pure «minaccia» di depennare gli Scavi dalla lista del Patrimonio dell’Umanità, il piano di gestione. Ora, nei prossimi due anni, si gioca il futuro del sito.

Ed ancora: Segreteria regionale, corsa a tre. Il Pd va verso le primarie tra nuove alleanze e la paura di franchi tiratori. Tre candidati alla segreteria regionale del Pd, diversi schieramenti, componenti divise. Assunta Tartaglione è sostenuta dai renziani, da Casillo, Piccolo, Topo, Vincenzo De Luca e a sorpresa dall’ex avversario di Carpentieri, Gino Cimmino. Guglielmo Vaccaro, invece, conta sui lettiani, su qualche renziano e su un pezzo di cuperliani. Mentre Michele Grimaldi è appoggiato da Giovani democratici ex bassoliniani come Valente e Marciano.

Sempre in apertura: L’intervista. Montanari: ok Osanna, ma andava scelto prima. La scelta di Osanna? Mi sembra ottima: è un archeologo preparato e stimato, ma è scandaloso che la sua nomina sia arrivata così tardi

Di spalla: Il dibattito. DIAMO A NAPOLI NUOVA CLASSE DIRIGENTE (di Carlo Iannello).

La foto notizia: Rafa: il mercato ci ha dato solidità. Oggi sfida con l’Atalanta (ore 15). Equilibrio, solidità e anche ringiovanimento della rosa. Così Rafa Benitez ha definito il mercato appena concluso del suo Napoli. «Poi sarà il campo a dire quale squadra si sarà rinforzata meglio». Oggi la sfida a Bergamo con l’Atalanta.

A centro pagina: Aversa, strage di cuccioli Vendetta della camorra. Il caso. Nel canile anche polpette avvelenate. Diciassette cuccioli sono morti per le esalazioni sprigionatesi da un incendio divampato all’interno del Word Pet Center di Aversa.Gli investigatori non escludono il dolo e la mano della camorra. Quindici cagnolini sono morti quasi immediatamente, altri due a distanza di qualche ora per le ferite e le ustioni riportate. I restanti 180 sono stati tratti in salvo, completamente anneriti, molti cuccioli hannoriportato problemi di respirazione.

Sempre a centro pagina: Cercola. Difende l’iPhone, cranio sfondato a un sedicenne. Un ragazzo di 16 anni è ricoverato con prognosi riservata al Cardarelli di Napoli per una frattura al cranio da calcio di pistola dopo un’aggressione nel corso di una rapina. L’episodio è accaduto in via Luca Giordano a Cercola, nei pressi della stazione della Circumvesuviana, dove il ragazzo ha cercato rifugio nel tentativo di sottrarsi ai rapinatori che gli hanno preso l’Iphone.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.