Ospedali Valle del Sele: sindaci uniti per difendere la Sanità locale. Chiesto incontro a Caldoro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
ospedale_eboliE’ partito dalla Residenza Municipale di Eboli, il telegramma per chiedere al Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, un incontro urgente per discutere del piano ospedaliero della Valle del Sele. La richiesta, insieme al Sindaco di Eboli Martino Melchionda, è stata firmata dal Commissario Prefettizio di Battipaglia Mario Rosario Ruffo, dal Sindaco di Oliveto Citra Italo Lullo, dal Sindaco di Roccadaspide Girolamo Auricchio. Sindaci uniti per difendere la sanità locale, denunciare la penalizzazione subita dai territori della Valle del Sele e rivendicare un più equo riequilibrio territoriale.


A riguardo interviene il Sindaco di Eboli Martino Melchionda:“Abbiamo subito una grave ingiustizia. Nell’ambito della riorganizzazione del piano ospedaliero il nostro territorio è stato penalizzato, con grave possibile pregiudizio per il mantenimento di adeguati livelli di assistenza sanitaria. La Valle del Sele registra, rispetto al resto della Provincia di Salerno, il coefficiente più basso, in termini di posti letto. Non esiste in Italia una percentuale più bassa; a fronte di uno standard nazionale di 3 posti letto per 1000 abitanti, nella Valle del Sele la cifra dei posti letto per 1000 abitanti è pari a 1,32; mentre, nell’area nord della Provincia è pari a 2,22 e nell’area sud arriva addirittura a 3,11.

Per tali ragioni, ed al fine di porre rimedio a tale preoccupante situazione, insieme ai sindaci di Battipaglia, Roccadaspide e Oliveto Citra, abbiamo chiesto a Caldoro un incontro urgente. Ci auguriamo di potere avere un tempestivo riscontro alla nostra richiesta. Occorre spiegare – conclude il primo cittadino – al Presidente della Regione Campania che con il piano sanitario che si ha intenzione di applicare non si opera nessun risparmio; ed anzi si rischia di massacrare ben quattro ospedali, mettendo a serio rischio la salute dei nostri concittadini”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.