Troppi ‘vaffa’ e tensioni in campo, il caso Ginestra è l’ultimo della serie?

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Salernitana_Gregucci_gruppoDi vaffa e di giocatori che si mandano a quel paese, in mezzo al campo, se ne sono a migliaia ed in ogni campionato. A Salerno, però, questa pratica avviene un pò troppo frequentemente. Anche le squadre più forti, quelle che hanno raggiunto traguardi importranti non sempre avevano spogliatoi blindati. Anzi, i maggiori successi sono stati raggiunti proprio quando ci si presentava all’appuntamento agonistio in maniera non del tutto unita. Le crepe nello spogliatoio della Salernitana ci sono sempre state. Dalla Serie D alla Prima Divisione di spifferi, tensioni, musi lunghi e mugugni ne abbiamo visti e rivisti.


Non avevamo ancora visto, però, l’ultima perla di questo campionario di tensioni che dall’interno si spostano addirittura sul rettangolo di gioco e sotto lo sguardo attonito di tutti: tifosi ed addetti ai lavori. Quanto accaduto al triplice fischio di Salernitana – Barletta andrebbe spiegato e raccontato meglio perchè al di là delle frasi di circostanza e delle improbabili spiegazioni fornite nel post gara a tutti è apparso evidente il risentimento di Ginestra, il richiamo di Gregucci e la successiva uscita dal campo a testa bassa del “cobra”.

Che cosa accade a Ginestra? Un gesto sul quale è inutile discutere oppure è un malessere che il calciatore ha nei confronti di uno o più elementi del gruppo? Che quello granata sia uno spogliatoio ad alta tensione lo si è sempre detto e scritto ma se si arriva ad esternare il proprio malessere sul campo ed allora urge un intervento netto e risolutore della società per mettere ordine.

Ginestra, intanto, raggiungerà solo domani il ritiro di Roma. Non è partito per un affaticamento muscolare. Per il “cobra” non è affatto un buon momento. Da leader incontrastato a gregario. Sabato si gioca, contro l’Aquila. Si gioca per la maglia, non per eventuali vendette trasversali, non per stucchevoli dediche a chi non è più col gruppo. Si gioca per Salerno. I giocatori sono dei professionisti, lo dimostrino da qui alla fine del campionato.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.