Caso Scarano: Beni immobili, mobili e quote societarie sequestrate al prelato salernitano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
TESORO-SCARANOIn data odierna, i militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Salerno in esecuzione del Decreto di sequestro, emesso dal G.i.p. del Tribunale di Salerno su richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica alla sede, stanno procedendo al sequestro preventivofinalizzato alla successiva confisca dell’intero patrimonio riconducibilea Nunzio Scarano, composto da beni immobili, mobili, quote societarie e disponibilità liquide rinvenute sui conti correnti, ai sensi del combinato disposto di cui agli artt. 12 sexies D.L. 306/92 e 104 D.Lvo 271/89. Si ricorderà che, contemporaneamenteall’esecuzione delle misure restrittive della libertà personale eseguite in data 21 gennaio u.s., era già stato sottoposto a sequestro buona parte del patrimonio riconducibile all’indagato in quanto ritenuto il prodotto del reato di riciclaggio al medesimo contestato e composto da:

prestigioso appartamento sito in Salerno, via Romualdo II, n. 5, residenza del menzionato Scarano;

appartamento sito in Salerno, via Tanagro, n. 20;

box sito in Salerno, via Porta Rotese, n. 12, nonché dai saldi rinvenuti sui seguenti rapporti finanziari:

177.464,56 euro sul c/c acceso c/o la Unicredit, filiale di Roma/Conciliazione intestato a Nunzio Scarano e connesso deposito titoli;

761.000 euro sul c/c acceso c/o la Unicredit, filiale di Roma/Conciliazione intestato alla Nuen S.r.l.;

saldi giacenti sui rapporti bancari (un conto corrente e 10 sottoconti) in essere presso lo IOR ed intestati a Nunzio Scarano per un importo di 2.232.000 euro.

Il provvedimento odierno, invece, è stato emesso sulla scorta di analitici accertamenti patrimoniali eseguiti dal Nucleo di Polizia Tributaria di Salerno – su delega della Procura della Repubblica – finalizzati ad evidenziare la discrasia tra le fonti di reddito dichiarate dal prelato ed il patrimonio accumulato nel corso degli anni. Le risultanze investigative hanno permesso di rilevare una evidente e palese sproporzione tra la “formale” capacità reddituale e l’effettiva titolarità di beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie, incompatibile con lo status di sacerdote.

Pertanto, oltre ad apporre un nuovo titolo di sequestro sui beni e sulle disponibilità sopra riportate, si sta procedendo ad assoggettare a cautela reale anche:

ulteriore appartamento ubicato nel medesimo stabile di Salerno, via Romualdo II Guarna n. 5, composto da 8 vani.

porzione dell’appartamento sito in Salerno, Largo Santoro Faiella, n. 3, composto di 5 vani;

Autovettura Mercedes “Classe A 180 Cdi”;

Autovettura Volkswagen Caddy.

Nel medesimo contesto, è stato disposto il sequestro del 99% del capitale della “Nuen S.r.l.” intestato a Nunzio Scarano.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.