Centrale del Latte, Cisl: “Situazione gestita in modo analogo a quella dell’ex Filtrona”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Centrale-del-Latte-Salerno“Le principali società che hanno risposto al Bando per la privatizzazione della Centrale del Latte di Salerno stanno abbandonando la procedura. Le nostre preoccupazioni, dunque, erano più che fondate ed ora ci sono, all’orizzonte, anche problemi di bilancio per la casse dell’Amministrazione comunale di Salerno”. E’ quanto dichiara il segretario generale della Cisl di Salerno, Matteo Buono.

“L’aspetto più inquietante della vicenda della privatizzazione della Centrale del Latte”, prosegue il segretario della Cisl di Salerno, “è che delle varie rinunce da parte degli imprenditori privati lavoratori della Centrale del Lattee organizzazioni sindacali hanno preso contezza solo attraverso alcuni articoli apparsi sulla stampa locale.

I vertici dell’Amministrazione comunale di Salerno, che solo qualche giorno fa hanno stigmatizzato il comportamento della proprietà della società ex Filtrona per la decisione di chiudere lo stabilimento di Salerno senza alcuna comunicazione, si stanno comportando allo stesso modo, se non peggio. Le buone relazioni tra proprietà e dipendenti passano anche attraverso una corretta comunicazione di notizie ed informazioni che possono essere utili ad un miglioramento della qualità del lavoro.


Evidentemente il sindaco di Salerno predica bene ma razzola male. L’intera procedura per la vendita delle quote della Centrale del Latte, in ogni caso”, conclude Matteo Buono, “avrà le sue ripercussioni economiche: la cifra che si sarebbe dovuta incassare dai privati è stata già inserita dal Comune di Salerno nel bilancio di Previsione 2014 per un ammontare pari ad oltre 13 milioni di euro.

Come verranno coperti ? E poi a quanto ammonta la spesa sostenuta dall’Amministrazione comunale di Salerno per la società che si è occupata di redigere la valutazione sul valore della Centrale del Latte? Se dovesse rispondere al vero la voce di un presunta perdita nel bilancio della Centrale del Latte per l’anno 2013 il Comune, unico proprietario, potrebbe ricorrere a forme di finanziamento alternative come fatto in altri comuni, a cominciare da quello di Firenze, dove l’azienda pubblica del Latte è stata quotata in borsa.

Il ringraziamento della Cisl va a tutti i lavoratori della Centrale del Latte di Salerno che, nonostante la situazione di grande confusione che si è venuta a creare, hanno continuato a produrre e distribuire uno dei migliori marchi della nostra terra”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.