De Luca a LIRATV lancia stoccate: «Toti di Forza Italia? Mi sembra un salmone norvegese». Strali su Lupi e La Gabanelli

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Vincenzo_De_LucaDe Luca show su LIRATV nel corso del consueto appuntamento del venerdì. Dalle critiche al Governo Letta, al leghista Borghezio «sfessato – per De Luca» senza dimenticare la Gabanelli «La signora Sventurelli. Lei ha poteri occulti dai quali cautelarsi».L’affondo più “pittoresco” lo riserva al neo coordinatore di Forza Italia Giovanni Toti: «Questa nuova scoperta di Berlusconi l’ho vista in tv a Ballarò – sono state le parole di De Luca – mi sembra che il cavaliere abbia pescato un salmone norvegese. Mah, avrà delle doti nascoste che prima o poi scopriremo. A me sembra la reclame del Proraso: ha un bel faccione».

Sulle critiche al Governo e sul perché resta Viceministro De Luca dice: «Mantengo la postazione a Roma per difendere alcune questioni pubbliche – dice – altro che conflitto di interessi come dice qualche imbecille. Difendo la collettività». Per affondare il colpo contro il presidente del Consiglio, questa settimana ha evocato gli arabi e Squinzi. «Condivido il malessere del leader degli industriali italiani – sono state le parole del sindaco – a Squinzi hanno chiesto se Letta assomigli più ad Andreatta o Andreotti. Lui ha detto che è peggio di tutti e due. E ha ragione. Poi è tornato dal viaggio all’estero dicendo che ha ottenuto dagli arabi investimento per 500 milioni di euro. Ma lo sa che sono solo un paio di opere pubbliche? Meglio evitare di dire certe cose».


Poi aggiunge: «La proposta di riforma del Senato è interessante. Credo sia indispensabile avere un sistema elettorale ed istituzionale semplificato, ma non è su questi argomenti che noi possiamo parlare all’Italia. Le classi dirigenti capiscono che è fondamentale avere un governo forte, ma le famiglie ragionano su altre questioni ben più concrete e profonde. Ad agosto il Governo ha approvato una legge importante, che incentiva l’innovazione tecnologica per le piccole e medie imprese: ebbene il primo decreto attuativo è arrivato a fine gennaio e ancora oggi manca l’accordo per le modalità di erogazione del credito dalle banche alle imprese.

Come sempre, in Italia tra le leggi e i fatti concreti c’è un abisso. E così si resta paralizzati. E si resta così anche per l’ottusità burocratica di funzionari della Ragioneria dello Stato e del Ministero dell’Economia, che non sanno cosa sia la vita e che si comportano come se la crisi non ci fosse stata, e per colpa di una classe dirigente che non ha né l’autorevolezza né la competenza per capire i tempi dell’azione politico-amministrativa».

Sul Teatro Verdi: «Speriamo di avere nuove risorse per il nostro teatro, perché non è semplice reggere tutto con il bilancio del Comune. Ci attende, in ogni caso, un’altra splendida stagione. Credo che impegneremo Vittorio Sgarbi in una regia, probabilmente la Vedova Allegra: sarà una cosa molto intrigante»

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.