Legambiente: Napoli e Salerno tra le città più inquinate d’Italia per il PM10

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Inquinamento_smog_auto_polveri_sottiliTira una brutta aria nelle città capoluoghi di provincia della Campania. Soprattutto le polveri sottili (PM10) continuano, infatti, a soffocare i nostri centri urbani rendendo l’aria irrespirabile e mettendo a serio rischio la salute dei cittadini. Nelle classifica delle sei città piu’ inquinate d’Italia , ben tre sono città campane. A guidare la classifica di Legambiente “PM10 di tengo d’occhio” relativa all’anno appena concluso, ci sono Torino (126 giorni di superamento, su un massimo di 35 consentiti, del limite medio giornaliero di 50 microgrammi per metro cubo stabilito dalla legge), segue Napoli (120)  la seconda città piu’ inquinata d’Italia , poi al quinto posto Salerno (90) e sesta Benevento (89) .

Dati che indicano la necessità di imprimere un cambiamento decisivo che metta al centro la rigenerazione e riqualificazione urbana, dove il trasporto urbano non sia più incentrato sull’utilizzo del mezzo privato ma sulla mobilità pubblica sostenibile con mezzi a basso impatto ambientale. Temi che saranno affrontati nella  26esima edizione dal Treno Verde 2014, in partenza oggi da Roma e che in Campania farà tappa a Caserta il 28 febbraio , 1 e 2 marzo, la campagna di Legambiente e Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane dedicata al rilevamento dell’inquinamento atmosferico e acustico e pensata per informare, sensibilizzare e promuovere tra i cittadini le buone pratiche per una mobilità sostenibile e per l’abbattimento delle polveri inquinanti.

“Le nostre città – dichiara Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania – devono tornare a respirare, ad essere più verdi, ad avere uno sviluppo in sintonia con l’ambiente ed essere delle fucine di innovazione. Ripensare i centri urbani, migliorare la qualità di vita e dell’aria significa prima di tutto ripartire dal trasporto pubblico, che si conferma essere un passaggio strategico per il cambiamento dei nostri centri urbani. Oramai da anni nella nostra regione si sta celebrando il funerale del trasporto pubblico: con continui tagli, con la politica che non risolve o fa finta di nulla con i cittadini vittime che continuano a pagare sempre di più per un servizio che non c’è.

E così nel silenzio delle istituzioni si sta peggiorando in maniera decisiva la qualitá di vita delle persone e delle cittá con conseguenze inimmaginabili dal punto di vista economico, sociale ed ambientale. Basta pensare alla situazione della Circumvesuviana,  una autentica vergogna italiana, dove  la riduzione delle corse in due anni è stata di oltre il 40% (dal 2011 al 2013) e  per i  pendolari diventa sempre più difficile entrare nelle carrozze e in tanti stanno abbandonando il treno per tornare all’automobile”.

 

Posizione

Capoluogo di Provincia

 (centralina peggiore)

Giorni di

superamento

2013

Posizione

Capoluogo di Provincia

 (centralina peggiore)

Giorni di

superamento

2013

1

Torino (Grassi)

126

18

Rimini (Flaminia)

68

2

Napoli (Ente Ferrovie)

120

19

Mantova (Via Ariosto)

67

3

Frosinone (scalo)

112

20

Rovigo (Centro)

65

4

Alessandria (D’Annunzio)

92

21

Terni (Le Grazie)

63

5

Salerno (Scuola Pastena Monte)

90

22

Novara (Roma)

60

6

Benevento (Via Floria)

89

23

Sondrio (Via Paribelli)

59

7

Vercelli (Gastaldi)

86

24

Bologna (Porta San Felice)

57

8

Trieste (Mezzo Mobile – staz. RFI)

85

25

Reggio Emilia (V.le Timavo)

56

9

Milano (Senato)

81

26

Como (V.le Cattaneo)

52

10

Brescia (Villaggio Sereno)

80

26

Avellino (Ospedale Moscati)

52

10

Parma (Montebello)

80

27

Ferrara (Isonzo)

51

11

Asti (Baussano)

79

27

Modena (Giardini)

51

11

Verona (Corso Milano)

79

28

Ravenna (Caorle)

48

12

Vicenza (Quartiere Italia)

78

29

Firenze (Mosse)

46

13

Monza (via Machiavelli)

76

30

Piacenza (Giordani – Farnese)

43

13

Pavia (Piazza Minerva)

76

30

Biella (Lamarmora)

43

14

Venezia (Via Beccaria)

74

31

Varese (Via Copelli)

42

15

Cremona (P.zza Cadorna)

72

32

Roma (Tiburtina) – (C.so Francia)

41

15

Lodi (Viale Vignati)

72

32

Lucca (Micheletto)

41

16

Treviso (Via Lancieri di Novara)

70

33

Pescara – (Via Sacco) – (Viale Bovio)

39

17

Bergamo (via Garibaldi)

69

34

Prato (Po – Ferrucci)

37

17

Padova (Mandria)

69

                                    Fonte: elaborazione Legambiente su dati Arpa o Regioni

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.