Calcio: Corte di Giustizia della Figc respinge ricorso, Nocerina fuori da LegaPro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Reggina  - NocerinaRicorso respinto e conferma dell’esclusione della Nocerina dalla Lega Pro, 1/a Divisione, con assegnazione da parte del consiglio federale ad un campionato di categoria inferiore. Lo ha deciso la Corte di Giustizia della Figc in merito al derby farsa con la Salernitana del 10 novembre scorso. La sentenza d’appello ha confermato l’esclusione dal campionato di Lega Pro Prima Divisione per la Nocerina, dopo la partita farsa con la Salernitana, interrotta dopo 21′ su richiesta degli ultrà simulando una serie di infortuni tale da far mancare il numero legale per andare avanti. Niente da fare neanche per i giocatori coinvolti: la sentenza è stata confermata in toto, nessuno sconto.

La Corte di Giustizia della Figc ha infatti respinto il ricorso della società campana, confermando la condanna disposta dalla Commissione Disciplinare lo scorso 29 gennaio (compresa l’ammenda di 10mila euro) in merito al derby farsa di Prima Divisione con la Salernitana, interrotto il 10 novembre dopo 21 minuti di gioco per raggiunto numero minimo dei giocatori. ‘Complice’ anche la riforma della Lega Pro, Nocera Inferiore quindi perde il calcio professionistico e attende ora di sapere dal consiglio federale della Figc in quale campionato ripartirà.

La corte presieduta da Gerardo Mastrandrea ha respinto anche gli appelli di tutti gli altri ricorrenti. ”E’ stata una delle pagine più brutte del nostro calcio”, aveva detto oggi il procuratore, Stefano Palazzi, riferendosi agli infortuni inscenati dai giocatori, che alla vigilia del match erano stati minacciati dai propri sostenitori a cui era stata preclusa la trasferta all’Arechi di Salerno. E i giudici hanno sposato la tesi dell’accusa.

”A favore della non disputa della gara ci sono due ordini di considerazioni – aveva rilevato il procuratore -: la solidarietà ai tifosi, su cui la società ha dimostrato di essere concorde, e poi il timore delle ritorsioni da parte dei calciatori. A favore della disputa invece c’è la tutela dell’ordine pubblico e la perdita automatica dei contributi, circa 400mila euro. Dopo un conciliabolo di 40 minuti i dirigenti hanno trovato la quadratura del cerchio”. Il club campano, invece, si era appellato alla corte.”L’esclusione dal campionato equivale alla radiazione della società – aveva detto l’avvocato Eduardo Chiacchio -. Ma nessun dirigente ha comprato o venduto la partita. Non si può arrivare a una pena capitale che estromette una città e una società dal calcio”.

Dopo una breve camera di consiglio però le speranze sono svanite. Confermato lo stop di tre anni e mezzo per l’ex presidente Luigi Benevento,  il dg Luigi Pavarese, il medico Giovanni Rosati, il tecnico Gaetano Fontana e il suo vice Salvatore Fusco. Rimane la squalifica di un anno per i calciatori Juzvisen Petar Kostadinovic, Etse Edmunde Hottor, Lorenzo Remedi, Franco Lepore e Domenico Danti. ”E’ una situazione imbarazzante – aveva spiegato Fontana nel corso del dibattimento – perché sto pagando per essermi comportato da padre. Ho chiesto aiuto a chiunque e non l’ho ricevuto. La mia colpa è aver assecondato i ragazzi che non volevano giocare”. In attesa di conoscere le motivazioni, la Corte ha però deciso diversamente.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.