Basket: grande prova del Salerno Delta, battuta Sarno al fotofinish 87-85

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Basket_Delta_Salerno_azioneIl Delta Basket Salerno supera al Pala Silvestri il Basket Sarno con il punteggio di 87-85 con una prestazione tutta grinta e cuore. La squadra di coach Caccavo si dimostra più forte dei problemi fisici e di falli che hanno condizionato i suoi lunghi e coglie due punti meritati e pesantissimi per la sua classifica alla vigilia di un doppio turno esterno contro Casavatore e Scafati. I bluarancio cari al presidente Luciano Pierri offrono una prova maiuscola in quanto ad abnegazione e spirito di squadra e regalano agli spettatori presenti uno spettacolo piacevole ed a tratti entusiasmante.


Merito anche degli avversari, nelle cui fila militano gli ex Corvo, Beatrice e Forino. Sarno parte forte ed il Delta è un po’ sorpreso nei primi minuti (0-9), ma poi comincia a trovare la via del canestro e chiude la prima frazione in svantaggio (17-23) ma in scia. Il secondo quarto ha in Mario Santucci il protagonista quasi assoluto. L’esterno salernitano trova canestri a ripetizione e trascinai suoi che passano in vantaggio ed allungano (41-33), prima di essere costretti a rifiatare.

All’intervallo lungo Delta avanti (48-45). Nel terzo periodo la partita diventa avvincente: Attianese e Mbaye commettono il quarto fallo costringendo coach Caccavo a cambiare volto al proprio quintetto. La nuova fiammata dei padroni di casa (60-53) non spezza la resistenza di Sarno che fa leva su Beatrice e Forino per tornare a contatto. Al 30’ è 64-62. Nell’ultima frazione il Delta comincia forte, ma la tripla di Capaccio non vale per l’allungo definitivo. Sarno rientra ancora e passa anche in vantaggio (71-76), prima che Antonucci entri in scena. Il capitano si sblocca dall’arco dei tre punti e guida la rimonta bluarancio. Nei minuti finali il Delta stringe le maglie difensive grazie anche al contributo di uno stoico Balestrieri.

In attacco Antonucci fa la voce grossa ed infila sei liberi di fila che chiudono i giochi. Finisce 87-85 con il Delta che festeggia insieme ai suoi tifosi. “Sono orgoglioso dei miei ragazzi – dice a fine partita coach Peppe Caccavo – perché hanno giocato col cuore, mostrandosi più forti anche dei problemi di falli e fisici che avevamo nel reparto lunghi. Grande prova di carattere, da squadra vera. Una vittoria importantissima perché ottenuta contro una squadra fortissima che ci dà morale in vista delle prossime gare”. Sabato 22 febbraio il Delta sarà di scena a Casavatore.

Delta Salerno – Sarno 87 – 85

(17-23, 48-45, 64-62)

Delta: Antonucci 21, Attianese 13, Iannicelli 7, Santucci 20, Capaccio 10, Gentile 5, Mbaye 4, Dragoni 5, Balestrieri 2, Vitale n.e. Coach: Caccavo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.