Pellezzano: ritrovati i dei corpi di due militari americani risalenti a II Guerra Mondiale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
i resti di un militare americano II guerra mondialeI resti dei corpi di due militari americani, risalenti al periodo del secondo conflitto mondiale, sono stati ritrovati in località Picchiocca, nei pressi di via Acqua del Corvo  a Pellezzano. Sul posto sono intervenuti gli uomini della Polizia Locale agli ordini del comandante Giovanni Pierro e i carabinieri della Stazione di Coperchia con il comandante Jose’ Aliano. ” Scoperte importanti per ricostruire la storia dei nostri territori”. Ha commentato il sindaco Carmine Citro.

I resti dei corpi di due militari, risalenti al periodo del secondo conflitto mondiale, sono stati ritrovati in località Picchiocca, nei pressi di via Acqua del Corvo a Pellezzano. A ritrovarli l’associazione Salerno 1943 che si occupa di preservare la memoria degli aviatori che, durante il secondo conflitto mondiale, precipitarono con i loro aerei in Campania e regioni limitrofe, rintracciando, identificando e ricostruendo la storia dei loro abbattimenti.

 

Si tratta molto probabilmente di due militari americani. Seppelliti, accanto ai loro resti, sono stati ritrovati anche munizioni e piccoli pezzi di cinture, fibie e alcuni bottoni. Si è dovuto attendere gli uomini della scientifica per i primi rilievi. I resti dei due militari sono stati raccolti in una cassetta di zinco e portati via insieme ai proiettili.

 

«Sappiamo che la nostra zona è ricca di reperti risalenti alla II guerra mondiale. Del resto, – commenta il sindaco Carmine Citro – l’area della collina di località Picchiocca, è più volte richiamata nei documenti storici salernitani conservati negli archivi dei musei, in quanto luogo di trincea dei tedeschi che da queste postazioni potevano osservare i movimenti delle truppe alleate sbarcate a Salerno.

Le notizie trovano fondamento in numerosi testi, ma anche nella memoria storica dei nostri concittadini più anziani che, oggi, sono in grado di ricordare quegli eventi. Ovviamente, ogni nuovo ritrovamento necessita di studio approfondito per essere convalidato».

 

Sul posto, dopo la segnalazione dell’Associazione Salerno 1943, sono intervenuti gli uomini della Polizia Locale agli ordini del comandante Giovanni Pierro e i carabinieri della Stazione di Coperchia con il maresciallo Jose’ Aliano.

” Queste scoperte fanno sempre un certo effetto, ci riportano ad eventi che hanno segnato profondamente l’identità dei nostri territori”. Ha concluso il primo cittadino.

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.