RUBRICA: Calcio & Business; Inter e Milan: “in società per la costruzione dello stadio!”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Salerno_Calcio_pallone_in_portaLa costituzione di una nuova societa’, per la costruzione e gestione di un nuovo stadio a Milano , con capitale sociale diviso al 50% tra Inter e Milan, potrebbe essere l’alternativa all’ipotesi di fusione tra i due club proposta da Ernesto Pellegrini (ex amministratore delegato della formazione neroazzurra). La “norma non scritta della tifoseria” secondo la quale si puo’ cambiare la casa, la moglie, la macchina ma non la propria squadra del cuore, mette in “fuori gioco” l’ipotesi della fusione societaria tra Inter e Milan. Con la gestione diretta dello stadio”, Milan ed Inter , aumenterebbero i ricavi da botteghino, da marketing e merchandising, diminuendo nel contempo le spese fisse societarie.

Anche il “brand delle due societa’ milanesi” aumenterebbe il proprio valore , diventando un punto di sinergia per le due tifoserie, divise dai risultati agonistici , ma unite dal punto di vista societario.

In tempo di “calcio austerity” , dal punto di vista aziendale, in linea con le strategie dei grandi gruppi industriali , l’ipotesi di fusione tra Inter e Milan potrebbe portare vantaggi economici e finanziari alle due societa’ , ma sicuramente la stessa sarebbe “bocciata e non compresa” dalle rispettive tifoserie .

Allo stato i club di calcio, si presentano sul mercato, come “soggetti sui generis”, rispetto al “prodotto commercializzato” , ed ai “fattori della produzione” utilizzati, quindi per raccordare tale situazione le societa’ di calcio dovrebbero gestire direttamente gli stadi.

Il “prodotto” spettacolo , ed i “calciatori” fattori della produzione, rendono i club di calcio oggetto di osservazione per i classici “stakeolder” , per il mercato di riferimento, per i tifosi, e per le aziende sponsor.

La gestione delle società di calcio, al pari di ogni altra azienda , deve essere finalizzata a determinare il giusto “equilibrio economico finanziario”, calcolando un corretto “break event point” (BEP), tra i costi e ricavi aziendali.

In riferimento a quanto evidenziato la gestione diretta dello stadio potrebbe contribuire a migliorare il “break event point” dell’Inter e del Milan.

Ritornando all’ipotesi di fusione, la situazione patrimoniale delle due societa’ di cui all’art. 2501 quater andrebbe a considerare i seguenti valori di bilancio : AC Milan ( Diritti pluriennali dei calciatori 220 mln euro, Marchio 204 mln euro, Debiti finanziari 220 mln euro, Perdita esercizio al 31 dic. 12 – 7 mln euro, Ricavi 276 mln euro, Costo stipendi calciatori 184 mln euro ), FC Inter ( Diritti pluriennali dei calciatori 221 mln euro, Marchio 117 mln euro, Perdita d’esercizio alla data del 30 giugno 13 – 81 mln euro, Ricavi 178 mln euro, Costo Stipendi 129 mln di euro).

L’art. 2501-ter del codice civile evidenzia che l’organo amministrativo delle societa’ partecipanti alla fusione deve redigere un “progetto di fusione” che evidenzi il tipo, la denominazione, la sede delle societa’ partecipanti alla fusione .

Tale articolo del codice civile “non prevede la valutazione del bene immateriale determinato dall’amore dei tifosi del Milan e dell’Inter verso la propria squadra del cuore”, e per tale motivo l’ipotesi di fusione tra le due blasonate societa’ di calcio di Milano non potra’ mai essere condivisa ed attuata.

Inter e Milan, unite per la costruire e gestione di uno stadio di proprieta’ !!!!

 

Antonio Sanges Dottore Commercialista

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.