Presidio contro il circo Medrano a Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
circo_medrano“Ti diverti proprio a vederli soffrire?”: questo lo slogan degli attivisti del gruppo Veg in Campania che, provvisti di volantini, megafono, materiale informativo e striscioni, sabato 22 febbraio, nel piazzale antistante lo stadio Arechi a Salerno, dalle ore 15.00 saranno presenti per spiegare i motivi del loro NO ai circhi che utilizzano, per i loro spettacoli, gli animali.

In queste realtà gli animali sono privati della libertà, mantenuti in ambienti innaturali ed in condizioni non rispettose dei loro più elementari bisogni. Animali appartenenti a specie che in natura si spostano lungo percorsi di centinaia di km, nei circhi passano l’intera vita negli squallidi vagoni-gabbia dei camion che li trasportano. È una prigionia che dura per tutta la vita: gli unici momenti “di libertà” sono quelli durante i quali vengono costretti, con i metodi violenti tipici di un addestramento forzato, ad eseguire grotteschi esercizi assolutamente contro natura.

Nei mesi di ottobre e novembre 2012 gli attivisti di Animal Amnesty hanno seguito il circo Medrano tra Bratislava e Brescia, filmando le condizioni di reclusione degli animali. Il risultato delle investigazioni è racchiuso in un video che su Youtube si trova con il nome “Investigazione al circo Medrano”. Le immagini dell’inchiesta, mandate in onda anche con un servizio del TG1, mostrano animali in condizioni di forte stress e apatia: elefanti che dondolano in maniera incessante con zampe e proboscide, un canguro che trema e si cinge continuamente il corpo in maniera compulsiva con le zampe, tigri impegnate in continue passeggiate nervose nelle gabbie strette. Gli elefanti, poi, durante lo show, venivano pungolati ripetutamente dal loro addestratore Braian Casartelli con un bastone, sulla cui estremità, ben nascosto da pennacchi, è evidente un uncino appuntito. Il rappresentante del circo Medrano, Albertino Casartelli, nel dicembre scorso è stato rinviato a giudizio con l’accusa di maltrattamento di animali.

Consolidate teorie psicologiche e psichiatriche ritengono che lo spettacolo circense con animali è altamente diseducativo per i bambini, che lo vedono come una vera e propria legittimazione della sopraffazione del più forte nei confronti del più debole, dell’uomo su tutti gli animali. Rifiutiamo questo tipo di spettacolo, perché non rispettoso del diritto alla vita ed alla libertà di ogni essere senziente; rifiutiamo la prigionia, sia essa umana che animale. Sempre più diffusi ed apprezzati sono gli spettacoli del “Circo Contemporaneo”: una nuova concezione del circo, rivoluzionario, poetico, tra giocolieri, contorsionisti, equilibristi, acrobati e clown. Questo è il circo che ci piace, l’unico in linea con una società che si definisce civile. Vogliamo un circo più umano, che metta in luce solo la bravura dei suoi artisti. Un circo senza animali.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.