Renzi scioglie la riserva e sceglie la squadra dei ministri: De Luca non c’è

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
De_Luca_e_RenziDopo difficili trattative Matteo Renzi arriva al traguardo: dopo quasi tre ore di confronto con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano scioglie la riserva e presenta la sua squadra di governo. E’ un esecutivo snello : 16 ministri (contro i 21 di Letta) di cui la metà donne. Ecco i nomi:

Sottosegretario: Graziano Delrio

Ministeri con portafoglio

Esteri: Federica Mogherini

Interno: Angelino Alfano

Giustizia: Andrea Orlando

Difesa: Roberta Pinotti

Economia: Pier Carlo Padoan

Sviluppo economico: Federica Guidi

Politiche Agricole: Maurizio Martina,

Ambiente: Gianluca Galletti,

Infrastrutture e trasporti: Maurizio Lupi,

Lavoro e politiche sociali: Giuliano Poletti,

Istruzione:  Stefania Giannini,

Cultura: Dario Franceschini,

Salute: Beatrice Lorenzin.

Ministri senza portafoglio

Rapporti con Parlamento Maria Elena Boschi,

Semplificazione:  Marianna Madia,

Affari Regionali: Maria Carmela Lanzetta

 

Entrato al Colle alle 16.30 ne esce alle 19.15. Un tempo infinito, segno di un confronto molto duro fra premier incaricato e Capo dello Stato. Alle 18.47, per tranquillizzare gli animi, Renzi scrive un  tweet: arrivo arrivo. Tra i ministri come annunciato non c’è il Sindaco di Salerno Vicenzo De Luca di Salerno che era nella lista dei toto-ministri.

I nuovi ministri giureranno sabato mattina nelle mani del presidente della Repubblica. L’esecutivo dovrà ora superare lo scoglio del voto di fiducia, ma sistemate le caselle dei ministeri e ricevuto il benestare del Quirinale, il passaggio parlamentare non dovrebbe ora riservare particolari sorprese. La prima parola spetterà lunedì all’Aula del Senato, dove la maggioranza è più risicata; poi martedì toccherà alla Camera, per un passaggio perlopiù formale visti gli ampi numeri su cui può contare il solo Pd.

Nel suo discorso di presentazione Renzi ha posto l’accento sulla discontinuità rispetto all’esecutivo del suo predecessore: “Il nostro maggiore elemento di forza è la concretezza”. E rispondendo a chi gli chiede se si dimetterà nel caso in cui le cose dovessero andare male, ha aggiunto: “In questa vicenda molti di noi si giocano qualcosa di più importante della carriera, si giocano la faccia. Rischiamo tutto, ma lo facciamo con la determinazione e l’amore per il nostro Paese”.

Subito dopo ha parlato Napolitano, che ha assicurato: “Non c’è stato alcun braccio di ferro. ll Governo che vi è stato presentato ha così ampi caratteri di novità da spiegare ad abudantiam il tempo che è stato necessario per chiarirne la composizione”.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.