Regioni: ultimatum di Caldoro, “Basta aspettare, vanno sciolte”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Caldoro_Regione“Non è più tempo di aspettare, non abbiamo più tempo: le Regioni vanno sciolte”  Il presidente della Giunta della Campania, Stefano Caldoro , spiega che la sua “non è assolutamente una provocazione, ma una proposta motivata e discussa anche tecnicamente”. “Se è vero che si deve avere coraggio, questo è il momento di averlo e fare le cose partendo dai grandi problemi del Paese – dice. – Non ho avuto ancora risposte, si gira attorno al problema”.

E questo, ricorda il presidente della Giunta campana, nonostante siano stati in tanti a sostenere la sua proposta di riformare le Regioni e di dare vita a sei macroaree che abbiano “solo compiti di programmazione e pianificazione senza alcuna funzione di gestione, non devono cioè gestire denaro pubblico, come invece spetta a Comuni e Stato che hanno compiti di amministrazione”. Il punto è “ridare alle Regioni o alle macroaree ciò che la Costituzione aveva all’inizio previsto per loro”.

“Mi si dice che non siamo pronti e che occorre aspettare di aver affrontato prima la vicenda delle Province – sottolinea – Ma questa non è una risposta adeguata perché non abbiamo più tempo”. “Può sembrare strano che un presidente di Regione chieda di sciogliere il proprio ente – afferma – ma le Regioni, così come sono, non sono sostitutive dello Stato e non possono funzionare”. La riforma delle Regioni con il loro scioglimento è “un mio cavallo di battaglia da tempo, e penso di avere una certa credibilità essendo presidente di Regione”.

 

“La materia concorrente – ribadisce – ha creato debito pubblico, incertezze, lungaggini, rallentamento per le imprese, per le famiglie e per le persone. Si è voluto partire dal malato meno grave e cioè le Province, ma è come se ci fosse un malato che deve andare in sala operatoria e si dà precedenza a chi ha problemi al menisco piuttosto che a chi ha un blocco intestinale”. “Certo il menisco dà fastidio, ma è più urgente l’altra patologia. E in questo caso la patologia più urgente è il rapporto Stato-Regioni – conclude – Sciogliamole con coraggio e senza girarci attorno, facciamolo in tempi rapidi e costruiamo sei macro aree”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.