Foggia vuole trascinare la Salernitana ai play off

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Salernitana_Benevento_14_FoggiaSi torna a giocare in trasferta, dove grazie a Gregucci la Salernitana sembra aver finalmente trovato il passo giusto e dove nell’ultima gara disputata lontano dall’Arechi (a Viareggio) finalmente Pasquale Foggia è riuscito a sbloccarsi. Nel 5-0 rifilato a Vannucchi e soci, il mancino napoletano anche se solo su calcio di rigore è riuscito a siglare il suo primo gol con la maglia della Salernitana, spezzando una sorta di sortilegio, manifestatosi sotto forma di legni (quelli delle porte avversarie). Ne aveva colpiti ben 7 in meno di metà campionato: inutile dire che non gli era mai successo in tanti anni di carriera di collezionare così tanti “quasi gol”, di sentir la gioia per una realizzazione così alla portata strozzata in gola da quel rumore sordo prodotto dalla palla che sbatte sul palo o sulla traversa.

Con l’avvento di Gregucci la Salernitana ha scoperto un Foggia che s’avvicina a quello che in passato era arrivato finanche a vestire la maglia della nazionale, ma che l’inattività al sole di Dubai lo scorso anno aveva reso la brutta copia di se stesso. Il tecnico gli ha parlato chiaro, gli ha chiesto sacrifici e lavoro, lui ha esguito e ora le gambe, che prima non andavano, stanno iniziando a girare. Foggia con le zampine fresche è un giocatore che può fare la differenza (non solo in Lega Pro), prima era solo un lusso, un peso, un inutile orpello. La sua faccia sporca di fango all’uscita dal campo dopo il derby vinto in rimonta dalla Salernitana contro il Benevento è un manifesto: oggi Foggia è pronto a dare l’anima per aiutare i compagni di squadra a raggiungere la miglior posizione nella griglia dei play off e i suoi compagni di reparto, che hanno potuto usufruire di una serie di assist nelle ultime settimane (come quello con la trivela, il tocco d’esterno sinistro di domenica scorsa), si stanno accorgendo di quanto possa essere importante avere alle proprie spalle un suggeritore del calibro di Foggia. Dopo averlo atteso a lungo, finalmente la Salernitana ha trovato il suo numero 10, proprio quando il mancino napoletano ha preferito indossare la maglia numero 7, chissà forse anche per liberarsi di un peso e giocare più libero da pressioni.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.