Salernitana, a Grosseto hanno perso tutti, anche Gregucci

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Salernitana_sconfittaAll’indomani della prima sconfitta dell’era Gregucci, condita da errori e da un sbagliato approccio alla partita contro un volenteroso ma affatto trascendentale Grosseto,  ci si ritrova a dover vedere necessariamente il bicchiere mezzo pieno: resta di buono la striscia positiva della squadra granata, almeno fino a ieri. Di buono anche gli altri risultati con il distacco dalle altre che rimane quasi immutato. Insomma la lotta a posizioni più vantaggiose nella griglia play off rimane aperta con la Salernitana ancora arbitro del suo destino. A volerlo vedere mezzo vuoto, quel bicchiere, allora c’è da dire che va tenuto d’occhio il calo di tensione della squadra.

Un inspiegabile quanto imprevedibile passo indietro non solo sul piano del risultato ma anche del gioco dove i vari Mancini, Foggia e la difesa hanno alzato bandiera bianca prima del tempo. La sensazione è che finora, tranne qualche elemento la Salernitana è sorretta dalla cosiddetta vecchia guardia. I gol di Mendicino, Gustavo e qualcun altro hanno riportato in vita la Salernitana ma non bastano per dare slancio alla squadra in vista degli spareggi play off. A vederlo mezzo vuoto il bicchiere vien subito da dire che la difesa, senza Tuia e Bianchi è un disastro, che Pestrin è fondamentale se si vuole praticare il 4-2-3-1 e che manca, come il pane una alternativa a Mendicino. Fofanà la porta non la vede e Ginestra rimane ancora fermo ai box.

Anche Gregucci ieri ha sbagliato, non una ma due volte. La prima quando ha scelto Perpetuini difensore centrale. Decisione infelice ed apparsa tale fin dalle prime battute. Di soluzioni alternative ce ne erano. Il secondo errore Gregucci lo ha commesso in sala stampa quando ha sparato a zero sulla squadra. I calciatori non hanno reso come al solito ma sarebbe stato giusto fare mea culpa a 360 gradi inserendosi nell’elenco di chi aveva commesso qualche errore di troppo in una giornata che poteva coronare la rimonta granata ed invece si è trasformata in un nulla di fatto carico di rimpianti. Nota a margine: Mezzaroma è andato via senza rilasciare dichiarazioni mentre Lotito incassava l’ennesima contestazione dei tifosi della Lazio. In questa fase, molto delicata, c’è bisogno della proprietà più presente e vicina alla squadra. Proprietàc he farebbe bene ad affrontare e risolvere, in tempi ragionevolmente brevi il nodo relativo ai contratti in scadenza. Per vincere c’è bisogno di serenità e questa serenità, al momento, non tutti possono spenderla.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.