I Google Glass capiranno le emozioni dell’interlocutore, ecco Emotient

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

google_glassIl sogno di capire quello che il nostro interlocutore pensa leggendo il suo volto potrebbe presto diventare realtà grazie alla tecnologia. Nei prossimi anni saremo in grado di leggere le emozioni di chi ci sta di fronte con i Google Glass. Emotient, startup fondata a San Diego (California) nel 2012, ha appena firmato un accordo da sei milioni di dollari per continuare a sviluppare “Sentiment analysis glassware”, un software che permette di interpretare le espressioni facciali. Un colpo che porta il capitale della società a 8 milioni di dollari.

L’operazione è stata guidata da Seth Neiman, ex partner di Crosspoint Venture e ora alla guida della venture capital Handbag. Ma negli anni scorsi altri gruppi avevano messo gli occhi sulla giovane startup, come Intel Capital, il fondo d’investimento del colosso dei microprocessori, che ha creduto e investito in Emotient. Ma come funziona il software? per ora la lettura delle emozioni viene effettuata solo attraverso la fotocamera incorporata nei Google Glass. A lungo termine, ha fatto sapere Emotient, il software potrebbe analizzare i sentimenti attraverso qualsiasi dispositivo connesso a una fotocamera e ad altri sistemi operativi.  “È una tecnologia innovativa che consente alle aziende di aggregare i sentimenti dei propri clienti analizzando le loro espressioni facciali in modo anonimo”, ha dichiarato Ken Denman, amministratore delegato di Emotient e alla guida di un team formato da ricercatori della University of California.

“Crediamo che ci siano ampie possibilità di applicazione di questo servizio per migliorare l’esperienza del cliente – ha concluso Denman – in particolare nella vendita al dettaglio”. Il software, si legge sul sito dell’azienda, elabora le espressioni facciali e fornisce un aggregato emotivo misurando il sentimento generale (positivo, negativo o neutro), le emozioni primarie (gioia, sorpresa, tristezza, paura, disgusto, disprezzo e rabbia), e quelle avanzate (frustrazione e confusione). Inoltre è in grado di interpretare 19 movimenti dei muscoli facciali. Non da ultimo, Emotient fa anche attenzione alla privacy dei suoi futuri utenti: non memorizza infatti video o immagini dei soggetti analizzati.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.