Consulta Prov.le Studenti di Salerno: La voce degli Studenti che lottano per esserci

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
consulta_provinciale_studenti_foto_biasini_1La consulta degli studenti di salerno ha aperto le sue porte. Pochi sapevano fino a qualche anno fa chi fossimo, ma con il lavoro degli ultimi anni abbiamo conquistato ciò che ci spetta di diritto. Risonanza, considerazione, importanza rappresentativa. Abbiamo saputo affermare e ottenere tutto questo, con la semplicità che ci contraddistingue. Abbiamo saputo approfittare di tutte le occasioni concesseci nel corso di questi mesi, abbiamo saputo proiettare e indirizzare ogni nostra attenzione nell’ambito del nostro impegno sociale, prefissandoci obiettivi ben precisi. Ed è fantastico pensare a come dei semplici studenti possano diventare la più pura delle istituzioni, come i nostri stessi sogni possano tramutarsi nella più bella realtà sociale. Perché è questa la nostra consulta. Abbiamo avuto modo di confrontarci con i personaggi più sensibili alle esigenze di noi giovani, esempi puri di vita e di lotta a ciò che non può essere tollerato, come Don Lugi Merola e Corrado Lembo. Ci siamo confrontati dinnanzi a chi di dovere per affrontare i problemi del trasporto e dell’orientamento universitario, che necessitano una considerazione particolare da parte di tutti gli studenti. E la nostra consulta non è altro che la voce di tutti coloro i quali, al mattino, varcano le porte di un istituto scolastico, talvolta senza sapere che il loro percorso sia di vita sia di studenti non viene garantito come dovrebbe. Per questo siamo qui, non abbiamo più bisogno nemmeno di presentazioni. Abbiamo fatto tanto ma non è ancora abbastanza. Bisogna ancora crescere, confrontarsi, dibattere, lottare. Lottare per un ruolo che ci compete, per un futuro che non può essere considerato troppo lontano. La vita d’altronde non è li fuori, la vita vera la percorriamo noi stessi, giorno dopo giorno. Perché se il domani è un interrogativo, il presente è soltanto il regalo più bello.

Vittorio Biasini – Presidente Consulta Provinciale degli Studenti di Salerno

 

CPS- Consulta Provinciale degli Studenti di Salerno

 Nasce nel 1996 con il DPR 567/96 modificato ed integrato dai DPR 156/99, 105/01, 301/05 e 268/07 La CPS- Consulta Provinciale degli Studenti- é un organismo istituzionale di rappresentanza studentesca. Ne fanno parte due studenti, di ogni Scuola Secondaria di II Grado, eletti dai compagni di Istituto. Resta in carica due anni. Ha un suo Presidente e il direttivo, di cui fanno parte il vice presidente, due componenti l’organo di garanzia e la segretaria.

La CPS di Salerno é presieduta da Vittorio Nevio Biasini. Il vice presidente é Vincenzo Pandolfo. Segretaria Daniela Abate. Per l’organo di garanzia Veronica Azhischeva e Vito Carone.

I Presidenti delle Consulte Provinciali compongono il Consiglio Nazionale detto CNPCP. Il Consiglio Nazionale dei Presidenti delle Consulte Provinciali degli Studenti é organo consultivo del Ministro della Istruzione Università e Ricerca.

Siamo grati al direttore di salernonotizie Antonio Esposito per aver aperto uno spazio alle Studentesse e agli Studenti della Consulta. Da qui, come dalle frequenze di LIRATV e dalle pagine del quotidiano Il Mattino, la voce di sogni e progetti e l’impegno quotidiano a cambiare il mondo, a voler essere nella res pubblica, nell’agire sociale, protagonisti di una nuova scuola.

Studenti che hanno etica e coscienza. Impegnati ad apprendere, imparare, a dar lezioni di vita e a scuotere coscienze sopite.

La Consulta Provinciale degli Studenti di Salerno ha avviato, dall’anno passato, un dialogo stretto con le Istituzioni, un confronto diretto su questioni e problemi che vivono a pieno. Sono l’altra Scuola. Rappresentano gli Studenti. La maggioranza degli Studenti. Quelli che studiano per essere. Quelli che lottano per un briciolo di giustizia, per la legalità e la convivenza civile. Quelli che vanno al cuore delle cose, mettono a nudo anima e genere, vanno oltre il colore della pelle, oltre la diversità, lavorano per la pace.

Recitano la Costituzione e cantano l’Inno con la mano al petto. Cittadini dallo sguardo lungo. Pulito. Infinito di premure per l’amico più debole. Attenti a non far calpestare libertà e democrazia. Antenne di Legalità. Piccoli fiammiferi di cittadinanza.

Ketty Volpe Esperta MIUR

 


 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.