Salerno: sabato ingegneri e architetti al Grand Hotel su compensi opere pubbliche

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Brigante_Ordine_IngengieriDallo scorso mese di dicembre i corrispettivi professionali per la progettazione ingegneristica e architettonica di opere oggetto di appalti pubblici vanno calcolati in base a parametri fissati dal Decreto del Ministero della Giustizia n.143 del 31 ottobre 2013. Tutti i bandi di gara per servizi di architettura e ingegneria devono quindi fare riferimento a quel decreto per la determinazione dell’importo da porre a base d’asta. Nonostante la capillare opera di informazione svolta dall’Ordine degli Ingegneri della provincia di Salerno presieduto da Michele Brigante, presso enti, stazioni appaltanti e professionisti, però, la nuova disciplina risulta in larghissima parte ancora inapplicata.

Si rende necessaria, quindi, una divulgazione più radicale e profonda dei contenuti della nuova normativa, attraverso un momento di confronto pubblico. E’ questa la ratio del Convegno sul tema “Corrispettivi e onorari professionali. Riforma dei parametri e obblighi per la P.A. nelle procedure di affidamento dei contratti per i servizi di ingegneria e architettura”, organizzato dall’Ordine di Salerno in collaborazione con il Consiglio Nazionale, presieduto da Armando Zambrano e articolato in due sessioni, che si terranno entrambe al Grand Hotel Salerno, in lungomare Tafuri: la prima sabato 15 marzo dalle ore 9.00, la seconda sabato 22 marzo, alla stessa ora. L’organizzazione del Convegno è stata curata dalla Commissione Lavori Pubblici presieduta da Gerardo Trillo, con i due consiglieri referenti Massimiliano Esposito e Cosma Baio; dalla Commissione Monitoraggio dei Bandi presieduta da Vincenzo Frajese, con i due consiglieri referenti Annapaola Fortunato e Aniello Santolo.

Secondo una rilevazione dell’Ordine, solo in 14 tra i 129 bandi di gara pubblicati nello scorso mese di gennaio e relativi a servizi di ingegneria e architettura (il 10,9%), si fa riferimento al decreto 143. Peraltro, in nessuno di questi 14 bandi era allegato lo schema di calcolo del corrispettivo, mentre in altri 19 bandi l’importo a base d’asta è stato determinato facendo riferimento ad altre norme che non dovrebbero trovare più applicazione. Nei restanti 96 bandi non è specificato in che modo è stato determinato l’importo a base d’asta.

Per il presidente dell’Ordine degli ingegneri della provincia di Salerno, Michele Brigante, questa situazione di grave inosservanza del decreto costituisce “un elemento di criticità” e non consente di “garantire la tutela della trasparenza e della legittimità dell’azione della pubblica amministrazione”. Il monitoraggio dell’Ordine, assicura Brigante, continuerà, e “tutte le violazioni saranno segnalate ai ministeri della Giustizia e delle Infrastrutture, oltre che all’Autorità di Vigilanza”. Nel frattempo, specifica il presidente degli ingegneri salernitani, il convegno del 15 e del 22 marzo, aperto alla partecipazione di esperti del Consiglio Nazionale e di professionisti del settore, “può essere un’utile occasione di approfondimento del regolamento e delle procedure di calcolo dei corrispettivi”.

I lavori della prima sessione, sabato 15, incentrata sulle novità introdotte dal regolamento e sulle corrette procedure per la relativa attuazione, saranno introdotti dallo stesso Brigante e dal presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Armando Zambrano. Seguirà una relazione di Michele Lapenna, tesoriere e referente per i servizi di Ingegneria e Architettura del Consiglio Nazionale. Quindi il dibattito, coordinato dal segretario dell’Ordine salernitano, Raffaele Tarateta, e la proposizione di quesiti. La seconda sessione, del 22 marzo, riguarderà le attività che l’Ordine di Salerno ha organizzato, e sarà aperta dagli interventi del vicepresidente Antonio Masturzo e dai presidenti delle Commissioni Lavori Pubblici e Montoraggio Bandi, Gerardo Trillo e Vincenzo Frajese. A seguire, le relazioni del presidente della Commissione Costruzioni dell’Ordine, Renato Nappi (“Monitoraggio dei bandi – segnalazioni e provvedimenti”) e del consigliere Giuseppe Bonadies e del consulente dell’Ordine Osvaldo De Feo (“Determinazione dei corrispettivi con software di calcolo – esempi”). Anche la seconda sessione si chiuderà con un dibattito, coordinato dal vice-segretario dell’Ordine, Massimo Trotta, e la proposizione di quesiti da parte dei professionisti interessati a chiarimenti sulla nuova normativa.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.