Aniem su “Nuove Città”, Caldoro diserta incontro. Sindaco bacchetta giornalista che lo interrompe

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
aniem_de_luca_Non c’era il governatore Caldoro (ufficialmente per impegni istituzionali) ufficiosamente infastidito dalle bordate ricevute in Tv dal Sindaco prima del convegno dicendo: “”I cialtroni della Regione hanno fatto credere che avrebbero aperto il supermarket dei fondi europei. Per 4 anni non hanno fatto niente. Ora, in vista delle prossime scadenze elettorali, fanno finta di fare la corsa per regalare soldi a tutti. Ma è solo fumo. Dimostreremo che gli unici a difendere i comuni siamo noi, ed io in particolare – aggiunge – Nei prossimi giorni ci sarà da divertirsi: questa propaganda si trasformerà in un boomerang, perché tutti potranno verificare che si tratta di una truffa che danneggia i comuni”.

In rappresentanza della Regione la dottoressa Mautone. Lo staff del Presidente Caldoro in serata precisa sulla assenza al convegno ANIEM: “Nessun problema con De Luca. Dice, sbagliando, sempre le stesse cose. Le sue uscite, ormai sono note e come spesso capita prive di logica”

De Luca non ha gradito le continue interruzioni del moderatore del convegno , il giornalista Fabio Angelicchio. Poi dopo aver alzato la voce ha spiegato il suo punto di vista:  “La nostra città è una delle pochissime in Europa in cui si sta attuando una trasformazione urbana consapevole, perfettamente rispondente alle linee del piano regolatore generale approvato. Eppure si registrano situazioni al limite della demenzialità. Vi è una palude burocratica e, pur avendo a disposizione tutto, non si riesce a fare niente. A Salerno abbiamo intrapreso una guerra contro la palude burocratica! Sburocratizzare vuol dire che quando si hanno tutti i permessi a costruire nessuno deve poter più mettere i bastoni fra le ruote. Ma a Salerno c’è anche una battaglia culturale in atto, perché stiamo cercando di spiegare che non si difende la tradizione con la mummificazione del territorio, ma portando la città nella modernità”.

Grande interesse ha destato l’argomento posto sul tavolo della discussione dall’Aniem che, questo pomeriggio, ha convocato presso il Lunch in Music tutti  gli addetti ai lavori per parlare di Nuove città, l’investimento sostenibile in edilizia e i metodi di riqualificazione e sostituzione edilizia. Ad aprire i lavori, il presidente Aniem di Salerno  Pietro Andreozzi che ha sottolineato l’importanza di essere riusciti a far dialogare le varie componenti nelle cui mani è il futuro economico del Paese: “La riqualificazione urbana con i grandi progetti deve essere vista per quello che è: una importante occasione per creare lavoro in svariati ambiti, ma anche il necessario adeguamento di preesistenti edifici a quella che è la normativa nazionale in tema di inquinamento e risparmio energetico. Fondamentale, inoltre, è l’adeguamento strutturale di edifici di vecchia data all’attuale legge antisismica”.

 

Estremamente interessante la dichiarazione  di Alessandro Cataldo, Deputy Country Chairman Italy e Head of Corporate Sales & Marketing di UniCredit: “La riqualificazione energetica del patrimonio immobiliare delle nostre città può essere un volano per la crescita del Paese in questa fase congiunturale dell’economia  e può inoltre aiutare il settore edile ad uscire da una crisi economica che lo ha colpito pesantemente dal 2008 ad oggi”.

Sulla stessa linea Gabriele Gori, Responsabile Area Corporate Capogruppo Bancaria MPS: Per far ripartire il Paese bisogna guardare proprio alle infrastrutture e all’edilizia sana. Ed è nostro compito accompagnare iniziative sane”.

Il discorso, poi, si è spostato sulla necessità di poter contare sulla “certezza dell’investimento”, argomento che vede schierato da tempo in prima linea  il Presidente Nazionale Aniem Dino Piacentini: “La certezza dell’investimento è la base su cui costruire:  se non c’è quella il Paese non può ricevere investimenti sia dall’estero sia dagli italiani stessi. Attualmente sappiamo che un imprenditore che avvia un investimento riesce a vedere qualcosa dopo almeno sei o sette anni. Non è più gestibile una cosa così”

 

Affrontando il discorso inerente i fondi e i finanziamenti, interessante è stato l’intervento di Bernardo Bini Smaghi, Responsabile Settore Business Development Cassa Depositi e Prestiti: “Tra le attività volte al sostegno della crescita del Paese, Cassa depositi e prestiti (CDP) ha avviato, tramite la sua partecipata CDP Investimenti Sgr, il “Fondo Investimenti per l’Abitare” (FIA)”.

INTERVENTO DE LUCA: IL VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.