Raccordo Salerno – Avellino, Iannuzzi: Regione si attivi subito e senza altri ritardi”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

traffico_raccordo_salerno_avellino_2Tino Iannuzzi, Deputato del PD, interviene nuovamente sulla vicenda relativa alla messa in sicurezza ed alla realizzazione della terza corsia del I° Lotto Salerno-Fratte-Mercato San Severino del Raccordo Salerno-Avellino, da anni al centro dei suo impegno parlamentare.

 E’ ora che la Regione Campania finalmente e con atti concreti si assuma le sue indifferibili e decisive responsabilità’.  Il costo per l’esecuzione del progetto e’ stato stimato in 246 milioni di euro. Il Governo Prodi assegno’ nel 2007 un finanziamento per il I° Lotto di 190 milioni di euro, nel piano della mobilità 2007-2013. Tale finanziamento dei tutto inopinatamente venne cancellato dal Governo Berlusconi con il decreto legge n. 112/2008, voluto dal ministro Tremonti. Lo stesso Governo, con delibera del CIPE del 3 agosto 2011, riassegno’ solo parzialmente tali fondi, destinando all’ammodernamento del Raccordo 123 milioni di euro.

Nell’alternarsi dei diversi Governi e dei diversi Ministri delle Infrastrutture (Lunardi – Di Pietro – Matteoli – Passera – Lupi) e nel rapporto istituzionale con l’ANAS, ripetute sono state le iniziative parlamentari di Iannuzzi -sempre ampiamente pubblicizzate sui mezzi di informazione- per addivenire al finanziamento integrale del progetto e all’appalto dei lavori almeno del I° Stralcio del Lotto Salerno-Mercato S.Severino.

 Come primo atto di questa Legislatura,  il 26 marzo 2013, ha presentato una specifica interrogazione per sollecitare l’assegnazione in concreto del finanziamento già’ erogato dei 123 milioni di euro e l’appalto delle opere. Il Ministero delle Infrastrutture, attraverso il Sottosegretario Girlanda, ha risposto a tale interrogazione, nella seduta della VIII° Commissione Lavori Pubblici del 30 luglio 2013. In tale risposta il Ministero ha sollecitato la stipula dell’Accordo di Programma Quadro (APQ), indispensabile per l’assegnazione dei fondi, specificando che “l’iniziativa dell’APQ spetta alla Regione Campania, che, a tutt’oggi, non ha fornito la documentazione utile a tal fine”, e che il CIPE ha posto “il termine finale del 31 dicembre 2013 per la ….aggiudicazione provvisoria della pertinente gara di appalto; in caso di mancato rispetto di tale termine, il finanziamento può’ essere revocato”.

     Iannuzzi ha più’ volte sollecitato il Presidente Caldoro -sia direttamente, sia telefonicamente, sia con mail del 2 settembre 2013-  per una immediata attivazione della Regione nel rapporto con il Ministero, ai fini della stipula della APQ, rimarcando il pericolo della perdita del finanziamento. E’ giusto ricordare che, quando sugli Organi di Stampa del  24 agosto 2013, venne annunciato dalla Amministrazione provinciale di Salerno e dal Presidente Caldoro l’avvenuto superamento di ogni problema ai fini della erogazione del finanziamento, Iannuzzi, unitamente al Segretario della UIl Feneal Luigi Ciancio (impegnato da sempre con grande determinazione su questa tematica), segnalo’ che i problemi, invece,  rimanevano del tutto pesantemente irrisolti e che si rischiava, quindi, la perdita dei fondi senza un intervento risolutivo della Regione.

    Di nuovo, in data 30 dicembre 2013, Iannuzzi e’ reintervenuto con un “appello” alla Regione per sottolineare la estrema delicatezza della situazione e la stringente necessità’ di una urgente iniziativa per adempiere ai compiti inderogabili spettanti alla Regione.

     Nella medesima prospettiva ha anche inoltrato al Ministro delle infrastrutture Lupi una ulteriore interrogazione, di prossima discussione, per chiedere lo sblocco della vicenda attraverso finalmente l’intesa Ministero-Regione.

    Occorre ora, evitando altri negativi e dannosi ritardi ed inerzie della Regione, una forte e urgente iniziativa del Presidente Caldoro per definire una volta per tutte la vicenda che si trascina da troppo tempo. La Regione deve porre effettivamente fra le sue grandi priorità’ questa infrastruttura di assoluta valenza nazionale, attesa la sua funzione di collegamento fra le Autostrade A3 Salerno-Reggio e A30 Caserta-Roma.

    Iannuzzi continuerà’ ad incalzare ed a pressare la Regione ed il Ministro Lupi (sin dalla prossima Audizione del Ministro in Commissione VIII°) per finanziare un’opera essenziale, che costituisce una sorta di “lotto zero”,  di “porta di accesso” alla Salerno – Reggio.

Salerno-Roma, 14 marzo 2014

                                                                 Tino  Iannuzzi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.