Foggia a Salerno Granata: “Porto la Salernitana in A e smetto”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Salernitana_Benevento_15_Foggia«Negli ultimi mesi le cose sono molto migliorate, sia dal punto di vista personale che collettivo. Probabilmente all’inizio ho pagato qualcosa in termini di adattamento alla categoria. Posso garantire, però, che io ho sempre dato il 100% per questa maglia e ho fatto di tutto per calarmi a pieno in questa nuova realtà. I frutti stanno arrivando e speriamo di continuare a fare sempre meglio». Lo ha detto Pasquale Foggia al sito web Salerno granata.it.  Il calcio e la Salernitana erano probabilmente scritte nel destino di Pasquale Foggia. Già da quando papà Ciccio, con la maglia della Battipagliese, fece male proprio ai granata con una rete siglata in un derby di coppa ad inizio anni ’90. Il pallone nel sangue dunque?: «Per fortuna ho giocato in categorie diverse rispetto a mio padre – esclama sorridendo Pasquale –Il calcio è nel mio DNA. C’è sempre stato il pallone nella mia vita. Anche da ragazzino, il mio sogno era quello di diventare calciatore. Spesso a mia madre ripetevo che sarei diventato un buon calciatore, magari di Serie C, avrei guadagnato qualcosa e le avrei comprato una casa per stare sempre vicini. Ecco, mi sarei accontentato anche di dieci anni di terza serie. Poi, per fortuna, è andata molto meglio».

Foggia ha tutta l’intenzione di portare avanti, fino a raggiungere quel sogno chiamato Serie A: «A gennaio, nel momento difficile della stagione, sono stato cercato da altre squadre. In quel frangente, la strada più facile era quella di andare via. Un’idea che, però, non mi ha mai nemmeno sfiorato. Quando ho accettato questo progetto, l’ho fatto perché ci credevo e ci credo ancora. Qui c’è una società forte e un pubblico che ha fame di calcio. Questa è anche una sfida personale e so che si può vincere. Riporto la Salernitana in Serie A e poi smetto. Perché? Perché avrò raggiunto l’ultimo grande obiettivo della mia carriera».

Dopo un inizio stentato, difficile, come ammesso in prima persona, il cammino di Foggia è ripreso spedito. E, con esso, anche quello della squadra. Un trend incoraggiante, in vista del rush finale: «Ci siamo ripresi alla grande. Da qui a fine campionato avremo cinque scontri diretti. Ritengo che sia una fortuna e non uno svantaggio poter incontrare tante concorrenti nelle ultime partite. Sono quelle gare belle da vivere, dove magari gli avversari provano a fare anch’essi la partita e ti lasciano qualche spazio in più. E poi, una vittoria in uno scontro diretto può valere doppio in termini di classifica. Questo ritiro di Roma ci servirà tanto, proprio in vista dello sprint finale e dei successivi play off». E sulla Coppa Italia: «Siamo giunti in finale. L’obiettivo ora è quello di conquistare il trofeo, contando anche sul ritorno all’Arechi. Sarebbe bello festeggiare insieme ai nostri tifosi un coppa che andrebbe ad arricchire la bacheca personale e del club».

Fonte SalernoGranata.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.