Sarno, invita una 18enne a casa e la violenta: arrestato un tunisino di 19 anni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
violenza_donne_abusi_violentataAlle ore 19.00 circa di ieri, personale della Polizia di Stato del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Sarno insieme ai poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Benevento ha eseguito il fermo di P.G. di un giovane tunisino, S. M., 19enne, residente in provincia di Benevento, il quale, la notte tra domenica e lunedì scorsi, aveva sequestrato e violentato una giovane donna 18enne, nata e residente in provincia di Salerno.

La vittima del reato, insieme alla madre, si è recata ieri intorno alle ore 13.30 presso il Commissariato di Sarno per denunciare quanto le era capitato. I poliziotti hanno così ricostruito l’accaduto in base alle dichiarazioni rilasciate dalla giovane donna che aveva conosciuto S. M. pochi anni prima e domenica scorsa si era recata in provincia di Benevento, dove risiede lo straniero, per trascorrere la giornata festiva in sua compagnia.

La donna ha raccontato agli agenti che dopo essere giunta nell’abitazione dell’amico era stata tenuta in casa contro la propria volontà e costretta a subire atti sessuali. Per tenerla a bada il tunisino le aveva più volte stretto le mani al collo e le aveva provocato contusioni multiple su tutto il corpo e addirittura una sospetta lesione ossea.

La vittima ha dichiarato inoltre di essere stata segregata nell’appartamento dalle ore 21.00 della domenica sera fino alle 08.00 del lunedì, allorquando S. M. decideva di lasciarla andare, accompagnandola sino alla stazione di Cancello Arnone.

Non essendovi treni utili, la vittima riusciva a contattare telefonicamente la madre la quale partiva dalla provincia di Salerno e l’accompagnava direttamente negli uffici del Commissariato di Sarno. Gli agenti del Commissariato hanno accompagnato la giovane donna presso il locale Ospedale Civile “Martiri di Villa Marta”ove i sanitari, dopo una serie di accertamenti medici, confermavano l’avvenuta violenza carnale.

A questo punto sono scattate le ricerche di S. M. ed i poliziotti del Commissariato di Sarno insieme ai colleghi della Squadra Mobile di Benevento si sono recati immediatamente nelle zone tra Arpaia, Paolisi, Montesarchio e Rotondi, in provincia di Benevento.

Dopo una lunga attività di ricerca, durata tutto il pomeriggio di ieri, solo in tarda serata gli agenti della Polizia di Stato hanno rintracciato S. M. mentre percorreva a piedi la strada statale Appia nel comune di Paolisi, nei pressi di una area di servizio.

Il tunisino è stato sottoposto a fermo di P.G. e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente è stato accompagnato presso il carcere di Benevento.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.