Rassegna stampa: i giornali salernitani in edicola sabato 22 marzo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
RASSEGNA_STAMPAEcco i titoli delle prime pagine sui giornali La Città, Metropolis, Mattino e Corriere del Mezzogiorno. Rassegna stampa a cura di Salernonotizie

 

 

 

 

 

 

 

FOTO_SINGOLA_CITTA

 

 

Sul quotidiano LA CITTA’ il titolo di apertura è:

La Metropolitana già al capolinea. Lunedì la comunicazione del municipio a Trenitalia e Salerno Mobilità: sospeso il servizio cittadino. Nessuna novità dalla Regione. Corse garantite fino al 31 marzo. Non ci sono soldi.

La foto notizia: Appalti e mazzette. I dialoghi di Alfieri nel processo sulle gare truccate alla Provincia.

Di spalla: Bellizzi. Si scontra con un trattore. Muore 40enne.

Ed ancora: Eboli. Incubo ecoballe a Coda di Volpe. scatta la protesta.

E poi: Castellabate. Cola percolato dalla discarica. C’è l’inchiesta.

A centro pagina: 25 maggio, 56 comuni al voto. In provincia di Salerno 300 mila elettori. Alle urne anche per l’Europa.

Ed ancora: Cava de’ Tirreni. Raccolta differenziata. Ispettori nelle strade.

E poi: Baronissi. Lascia il vicesindaco fuori dalle liste.

Taglio basso: Salernitana, la carica dei tifosi. Nella volata play off determinante l’apporto del pubblico.

Ed ancora: Napoli. Benitez: “Vogliamo il secondo posto”.

E poi: Serie D. Battipagliese in anticipo a Torre col Savoia.

 

FOTO_SINGOLA_METROPOLIS

 

 

Sul quotidiano METROPOLIS la notizia di apertura è:

Denunciate tangenti al Ruggi. Salerno. Nuove indagini sul caso scoppiato dopo le rivelazioni di un imprenditore. «Per fornire la Rianimazione favorirono altri a costi superiori».

In primo piano: «Qui non lavorano gli amici dei sindacati». Salerno. Parla il direttore del cantiere di Porta Ovest: «Ho detto ‘no’ a ex pizzaioli». La Tecnis contrattacca numeri alla mano: 92 gli operai assunti e residenti in provincia.

I box in alto: Salerno. Zitarosa contro De Luca: «Gli straordinari come propaganda elettorale».

Ed ancora: La polemica. Consiglio provinciale, chiesta la decadenza degli assessori assenteisti.

E poi: Donna in manette. Ruba nel guardaroba di un bar-pasticceria all’Arbostella: arrestata.

Di spalla: Bellizzi/Pontecagnano. Schianto mortale scooter-trattore: perde la vita bracciante 40enne.

Ed ancora: Vallo della Lucania. Corisa-4, senza soldi da 14 mesi. Ieri in Provincia nuovo presidio.

A centro pagina: Cava de’ Tirreni. La fine di un’odissea per 68 famiglie. Entro fine mese le chiavi dei nuovi alloggi nella frazione S. Lucia.

Ed ancora: Battipaglia. Ufficialità dal Viminale. Il 25 maggio il voto amministrativo.

E poi: Agropoli. Acquisto del Castello, inchiesta archiviata dopo 5 anni.

Taglio basso: Acqua nel gasolio, dannegiate dodici auto. Diano/Policastro. Denuncia per i rimborsi erogati dalla società petrolifera.

E poi: Cilento: esplode bombola di gas, grave un 33enne.

Sempre in basso: Salernitana, l’Arechi dodicesimo in campo. La spinta dei 10mila domani per la sfida play-off contro il Catanzaro.

Ancora in basso: La Battipagliese prova a rovinare la festa al Savoia.

 

FOTO_SINGOLA_MATTINO

 

 

Sul quotidiano IL MATTINO in prima pagina troviamo:

Amianto, 600 ex operai in rivolta. In 1.200 dello stabilimento di via Clark contagiati dalle polveri sottili. Chi è sopravvissuto va allo scontro con l’Inps. Dopo 40 anni negati gli indennizzi ai dipendenti Marzotto: ricorso alla Corte europea.

Ed ancora: «Noi a cucire e stirare senza sapere dei veleni».

Di spalla: L’indagine. Sversavano rifiuti: traditi dai loro nomi lasciati nei sacchetti.

A centro pagina: «Mazzetta da 120mila euro per convincere due dirigenti». Appaltopoli alla Provincia, coinvolti politici e imprenditori. Gli atti dell’accusa: in ogni busta duemila euro per conoscere le ditte invitate a sessanta gare.

Sempre a centro pagina: Il caso. Castello di Agropoli, la Procura archivia «Acquisto regolare».

La foto notizia: Il blitz. Mercato ittico, scoperti 15 venditori abusivi.

Di lato: La politica. Macroregioni, De Luca sfida Renzi e Caldoro. Anche Matteo Renzi finisce nel duello politico tra il sindaco e il governatore della Campania Stefano Caldoro. Sullo sfondo delle prossime regionali, De Luca sacrifica sull’altare delle regionali anche le riforme istituzionali preannunciate dal premier del Pd. «L’accorpamento delle Regioni del Sud in una macroregione unica? Per l’amor di Dio – ha tuonato De Luca ieri pomeriggio – visto che quando mettiamo mano alle revisioni istituzionali, facciamo solo danni e guai. Lasciamo perdere e pensiamo a rendere efficiente quello che abbiamo, proviamo a sottrarre le regioni italiane alla dimensione di clientela politica e burocratismo». La replica arriva dal consigliere regionale Fortunato: «Ormai siamo all’autlesionismo politico».

Ed ancora di lato: Noi studenti a caccia della legalità perduta (Vittorio Biasini).

Taglio basso: L’onorificenza. Capitano Lamberti, eroe d’Afghanistan,

I box in alto: Le tendenze. SUA MAESTÀ IL GELATO I GUSTI DI PRIMAVERA.

Ed ancora: La kermesse. COCKTAIL DI VINO & ARTE SERATE PER TUTTI I SENSI.

E poi: Le visite. LA «GRANDE BELLEZZA» DEI MONUMENTI FAI.

 

FOTO_SINGOLA_CORRIERE

 

 

In prima pagina sul Corriere del Mezzogiorno troviamo:

Cosentino minaccia Berlusconi. Politica. L’ex sottosegretario: «Con me un successo senza precedenti per Forza Italia e Pdl». «Io imputato, lui condannato». E la Mastella non segue la Pascale.

In primo piano: Caldoro in Procura per la Coppa America. Un’ora dai pm per raccontare la Coppa America. Il presidente della Regione, Stefano Caldoro, indagato per turbativa d’asta e abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta sulle presunte irregolarità nell’organizzazione delle regate, ha reso ieri dichiarazioni spontanee. Per Caldoro è un momento delicato: martedì scorso c’era stata la perquisizione del capo della sua segreteria, Sandro Santangelo, accusato di presunte irregolarità nella compravendita di un appartamento parte del quale è stata poi acquisita dalla moglie del governatore.

Di spalla: Crolli e furti a orologeria. A chi giova il disastro di Pompei (di Tommaso Montanari).

La foto notizia: La moto rubata è nascosta tra i rifiuti. Tra lastre di amianto e sacchetti di rifiuti speciali, gli uomini della polizia municipale di Napoli cercavano prove per risalire a chi aveva trasformato via Serbatoio alle Fontanelle alla Sanità in una discarica. Si sono però ritrovati davanti ad una Bmw fiammante, occultata fra i sacchi di spazzatura, alla quale era stata portata via la targa

A centro pagina: Lupi e il fronte del Porto: «Mi fido dell’ammiraglio». Il caso. Autotrasportatori dal 31 fermi per 5 giorni.

Ed ancora: I tagli del Viminale. Capodimonte, sparisce il reparto di polizia a cavallo.

Taglio basso: A maggio balletto e targa per Eduardo. Celebrazioni. Partiranno con l’iniziativa per il camerino proposta dal Corriere.

Sempre in basso: Piccirillo: «Caserta, un Far West universale»

 

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.