Salerno: Dora Memoli presenta il libro: “Io, Trotula”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
dorotea_memoli_apicellaL’escalation di Dora Memoli al salernitano Liceo Torquato Tasso. Prima alunna e poi prestigiosa docente di Latino e Greco. Ora l’emozionante ritorno alla sua Scuola, da celebrata scrittrice, per la presentazione, oggi 2 aprile alle ore 18, dell’avvincente nuovo libro “Io, Trotula”.

Già portato all’attenzione del mondo culturale il 24 novembre scorso nella Sala Conferenze del Museo Diocesano (l’attrice Monica Guerritore lesse alcune pagine dell’opera), il libro, pubblicato da Marlin editore, è la storia di una leggendaria scienziata medievale.  Con l’abilità di combinare sapientemente verità e finzione, indizi documentali e immaginazione, l’autrice narra la vicenda di Trotula de Ruggiero, punta di diamante della Scuola medica salernitana (sec. XI). L’incontro con Edoardo il Confessore, futuro re d’Inghilterra, è la chiave di volta del racconto: un amore grande, folgorante, che infiamma il cuore di lei adolescente e s’imprime per sempre nella sua anima. Ma è un amore impossibile, a causa della ragion di stato, suggellato già sul nascere dall’addio. Proprio in forza di questo sentimento, Trotula avrà il coraggio di proseguire tenacemente nel cammino della ricerca scientifica affrontando con coraggio e determinazione le prove del suo futuro di donna tra cui il matrimonio con Giovanni Plateario, suo maestro, molto più vecchio di lei, voluto da suo zio il principe Guaimario IV.

Un’esperienza amara la sua, come quella di tante donne del suo tempo, ma non senza un intimo sentimento di rivolta, che la spinge ad approfondire gli studi per riscattare se stessa e tutte le altre donne, donando loro la salute del corpo e il piacere della sua bellezza. Il volume è arricchito da un’appendice contenente 37 ricette mediche adeguatamente esposte e da un originale apparato iconografico. Dorotea Memoli Apicella, oltre ai saggi di storia locale, tra cui uno su Gregorio VII, ha pubblicato: Culti di origine greca a Salerno; Adelperga, da Pavia alla corte di Arechi (2004); Sichelgaita tra Longobardi e Normanni (II ed., 2009). Nel 1998 ha vinto il Premio storico-letterario Leopoldo Cassese per la ricerca inedita su Itinerari salernitani di folclore religioso.

Insieme all’Autrice, nell’Aula Magna del Liceo Tasso a Piazza S.Francesco, interverranno i docenti Maria Galante Alberto Granese dell’Università di Salerno. Introduce e coordina l’avvocato Roberto Mignone (Presidente Associazione ex-Allievi Liceo Tasso). Letture a cura dell’attore-regista Marcello Andria.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.