Bracconaggio: blitz di ENPA e Polizia Provinciale contro gli “uccellatori” a Bracigliano (SA)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Polizia_Provinciale_uccelliA pochi giorni di distanza dal blitz effettuato a Bracigliano, la Polizia Provinciale di Salerno, unitamente ai Carabinieri della locale stazione e al personale ENPA, torna a colpire gli uccellatori del posto. I controlli condotti dalla Provinciale mirano a salvaguardare l’avifauna protetta che in questo periodo migra verso nord. Nella mattinata di martedì dopo aver programmato le squadre, gli agenti si sono recati nei posti ormai noti in cerca di soggetti intenti a catturare, mediante reti e richiami, avifauna protetta quale cardellini, verzellini e altri fringillidi. Durante il giro di controllo la squadra composta dalla Polizia Provinciale e alcune guardie zoofile nota alcune gabbiette contenenti esemplari di cardellino e verzellino, dopo un breve appostamento a pochi metri dalla postazione in cui era posizionata la rete, gli agenti hanno notato un uomo con una gabbia in mano. Scatta il via ed in pochi secondi la Polizia Provinciale raggiunge il soggetto.

Dopo l’identificazione gli Agenti hanno iniziato ad ispezionare l’area: tutto intorno alla rete erano disposte gabbie con avifauna protetta appese ai rami degli alberi. Tra essi un verdone, alcuni verzellini, ibridi e fringuelli. Nei pressi della rete erano legati alcuni uccelli usati come zimbello in condizioni molto precarie, presentavano di fatto un piumaggio rovinato e le primarie e le timoniere in condizioni inidonee per permettere il volo all’uccello. Durante il controllo veniva rinvenuto in una gabbia di ridotte dimensioni, un fagiano maschio. Viene individuata una baracca in cui erano presenti alcune gabbie, secchi di mangime e richiami acustici riproducenti i versi degli stessi uccelli detenuti. Il materiale veniva catalogato e sequestrato.

L’uomo è stato condotto presso la caserma dei Carabinieri di Bracigliano per gli accertamenti: redatti i verbali per i reati di uccellagione, detenzione di fauna particolarmente protetta, detenzione di richiami acustici vietati, maltrattamento. Elevata inoltre una sanzione per mancata microchippatura di un cane meticcio legato all’esterno della baracca. Al termine delle operazioni, gli agenti hanno liberato 11 verzellini, 10 cardellini, 1 fringuello, 1 verdone e 1 fagiano in luogo idoneo in quanto questi risultavano catturati di recente. Gli esemplari incamiciati usati come zimbello sono stati trasportati al CRAS di Napoli per le relative cure e riabilitazione. Il personale ENPA hanno voluto ringraziare la fondamentale presenza della Polizia Provinciale e dei militari dell’Arma dei Carabinieri per la costante presenza al contrasto al bracconaggio.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.