Fisciano: lavori Via Nastri a Lancusi, Sindaco respinge l’invito della Gori a ritirare l’ordinanza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Fisciano_Sindaco_Amabile“Non ritireremo l’ordinanza sindacale così come richiesto dalla Gori. Il nostro Comune è pronto a dimostrare davanti agli organi giudiziari quanto espresso nel provvedimento che intimava alla società competente di realizzare l’intervento per la riparazione dei danni subiti dalla rete fognaria a causa del maltempo verificatosi alla fine del mese di marzo”. E’ questa la risposta del sindaco di Fisciano, Tommaso Amabile, al comunicato stampa emesso dalla Gori (riportato integralmente al termine della seguente nota) che ha annunciato il ricorso all’Autorità Giudiziaria per i lavori in via Nastri alla frazione Lancusi, considerati non di loro competenza.

I sopralluoghi realizzati dai tecnici del Comune hanno evidenziato che il danneggiamento provocato dalle cattive condizioni meteo ha riguardato un vecchio tratto di rete fognaria considerato di tipo “misto” con tubazioni e pareti “a volta”, la cui competenza spetta alla Gori, in quanto, in passato, la stessa società, ha provveduto ad eseguire simili interventi di riparazione su questo sistema fognario.  

“L’ufficio tecnico – ha poi fatto sapere il primo cittadino – resta a disposizione per effettuare un sopralluogo congiunto con i tecnici della Gori al fine di constatare quanto stabilito dalle precedenti ispezioni eseguite in loco”. Lo stesso Amabile, ha anche ricordato che la società municipalizzata “Fisciano Sviluppo” sta provvedendo in questi giorni a riparare lo sprofondamento in via Nastri in danno alla Gori. I lavori si sono resi necessari a seguito dell’inottemperanza dell’ordinanza sindacale con la quale la società competente è stata invitata ad eseguire i lavori di somma urgenza per eliminare i disagi alla circolazione veicolare e pedonale.

Da circa dieci giorni, infatti, il servizio di trasporto pubblico urbano del Cstp sta seguendo un percorso alternativo per l’impercorribilità del tratto di via Nastri, attualmente chiusa al traffico. “Ribadiamo – ha concluso Amabile – la volontà del nostro ente di sganciarsi dalla Gori, che attualmente gestisce il servizio idrico nel nostro Comune. Per questo motivo confermiamo la nostra adesione alla Rete dei Sindaci, costituitasi nel luglio dello scorso anno a Roccapiemonte per conquistare la “ripubblicizzazione dell’acqua affidandola di nuovo alla competenza degli enti locali”.

 

 

 

 

 

Di seguito il Comunicato integrale diffuso dalla Gori

 

COMUNICATO STAMPA

FISCIANO, IN VIA NASTRI LAVORI NON DI COMPETENZA DI GORI

PRONTO IL RICORSO ALL’AUTORITA’ GIUDIZIARIA

“GORI intende chiarire che l’ordinanza sindacale n. 23 del 31 marzo scorso, con la quale il Primo cittadino di Fisciano ha intimato all’azienda l’urgente esecuzione di lavori di ripristino di parte del manto stradale in un tratto di via Generale Nastri non ha modo di esistere. Secondo quanto riportato nell’ordinanza, infatti, il cedimento avrebbe causato la rottura della rete fognaria. Dai sopralluoghi effettuati dai tecnici GORI, invece, si evince con chiarezza che lo sprofondamento in questione ha interessato soltanto la soletta del canale per la raccolta delle acque meteoriche e non il tratto della rete fognaria di competenza di GORI. Analogamente, il Comune nel 2013 aveva chiesto lo stesso intervento alla GORI per la medesima situazione, ma ha poi desistito a seguito dei chiarimenti sulle competenze forniti dall’azienda. Dai mezzi d’informazione abbiamo appreso che nella giornata odierna sono iniziati i lavori di riparazione da parte di una ditta incaricata dal Comune, che sarebbe intenzionato poi ad agire in danno nei nostri confronti. GORI ovviamente non ha dato esecuzione all’ordinanza sindacale ed invita il Comune a ritirarla al più presto, preannunciando l’intenzione di impugnarla dinanzi all’Autorità giudiziaria competente. <Auspichiamo – spiega l’amministratore delegato di GORI, Giovanni Paolo Marati – che il Primo cittadino ritiri al più presto l’ordinanza in questione al fine di evitare un inutile e dispendioso contenzioso legale che non ha alcun presupposto oggettivo, come del resto più volte chiarito al Comune. In ogni caso, nell’ottica della collaborazione istituzionale, restiamo disponibili a fornire ulteriori chiarimenti al fine di chiudere in maniera celere l’intera vicenda”.   

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.