Il caso Castellabate presentato a Sant’Agata per il lancio del film di Siani

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Castellabate_SianiDopo il film “Benvenuti al Sud” è diventata meta di pellegrinaggi cinematografici con pullman di appassionati cinefili arrivati appositamente per passeggiare tra le viuzze del borgo, alla ricerca dei luoghi immortalati nella pellicola che ha fatto sorridere e riflettere il pubblico di tutta Italia. Un fenomeno di ricaduta turistica che è divenuto oggetto anche di recenti tesi di laurea. Il caso Castellabate lunedì scorso (7 aprile) è stato presentato alla popolazione di Sant’Agata dei Goti, che assieme a Scala sarà la location del prossimo film di Alessandro Siani “Si accettano miracoli”.

A spiegare l’incremento turistico che il borgo cilentano ha avuto dopo la pellicola record di incassi sono stati il vicesindaco e assessore alla cultura di Castellabate, Luisa Maiuri, e il responsabile della promozione turistica del Comune, Enrico Nicoletta.  All’incontro è intervenuto anche il direttore generale della Film commission della Regione Campania Maurizio Gemma, che ha il delicato compito di individuare le località più adatte a diventare sede delle riprese cinematografiche, e il responsabile locale della produzione Cattleya, Remigio Truocchio, mentre a fare gli onori di casa è stato il sindaco di Sant’Agata, Carmine Valentino.

«L’onda lunga di un film di solito si esaurisce nel giro di due o tre anni – spiega l’assessore Luisa Maiuri – Ecco perché è importante attuare strategie idonee per prolungarne la ricaduta e consolidare la notorietà acquisita. Per quanto ci riguarda, la straordinaria esperienza di “Benvenuti al Sud” rimane nella memoria non solo attraverso le insegne informative o la possibilità offerta agli operatori commerciali di utilizzarne il marchio proponendo sconti. L’amministrazione guidata dal sindaco Costabile Spinelli ha puntato, innanzitutto, a incrementare sempre di più la qualità dei servizi, che sono alla base della cultura dell’accoglienza, quale importante biglietto da visita per i turisti oltre ai paesaggi di pregevole valore ambientale e storico-artistico. Abbiamo anche voluto legare inscindibilmente il nome di Alessandro Siani a Castellabate, conferendogli la cittadinanza onoraria. Il nostro borgo, del resto, gli ha portato fortuna perché proprio con il film girato da noi si è affermato presso il grande pubblico».

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.