Il Ministro dell’Ambiente nel Parco del Cilento: Green Jobs e fiscalità ambientale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Ministro_Ambiente_GallettiGreen Jobs e fiscalità ambientale: temi ricorrenti e rilevanti per le Aree Protette del Paese che il Ministro dell’Ambiente Gianluca GALLETTI definisce nella sua relazione programmaticaluoghi di riferimento per le politiche di cura e manutenzione di risorse preziose come aria, acqua e suolo, e per la valorizzazione dei servizi resi dagli ecosistemi: occorre modernizzarne e semplificarne procedure e modalità operative, per una maggiore efficacia delle politiche di tutela attiva con piena valorizzazione delle vocazioni e delle qualità territoriali “, ed inoltre  “Ad oltre vent’anni dalla legge quadro sulle aree protette, possiamo dire che siamo di fronte ad un impegno vincente, capace di tracciare esperienze di sviluppo qualitativo e quindi durevole, tuttora di riferimento per i turismi e l’alimentazione di qualità. Esperienze, oggi, da diffondere a tutto il Paese, anche fuori dalle aree protette, con il pieno coinvolgimento dei soggetti economici che guardano al futuro“.

Il semestre europeo guidato dall’Italia sarà una grande occasione per il perseguimento dell’obiettivo dell’Unione di arresto della perdita di biodiversità che potrà essere raggiungibile solo se pienamente inserito nella strategia europea per lo sviluppo sostenibile, per una crescita intelligente e duratura imperniata su un’occupazione di qualità. La sfida che infatti preoccupa il Ministro, nelle sua articolata relazione, sono i giovani per i quali asserisceoggi chi nasce ha già in sé una coscienza ambientale che va conservata e valorizzata. Non possiamo perdere l’occasione di far sorgere una nuova generazione di ‘nativi ambientali’,ovvero di giovani che mettono in pratica nei comportamenti quotidiani ciò che noi abbiamo dovuto imparare e loro già, in qualche modo, hanno nel loro DNA: la cultura del rispetto dell’ambiente.”

E difatti sui nostri territori e sulle aree protette in generale, è possibile, come diciamo da anni, sperimentare nuovi modelli di IMPRESA VERDE attraverso la fiscalità ambientale da tempo entrata nell’ordinamento europeo ed italiano grazie alla delega fiscale approvata dal Parlamento a fine 2013, con valenza 12 mesi, che dà margini potenzialmente molto ampi di intervento in tema di fiscalità di vantaggio nelle aree protette

Insomma è l’ora di passare dalle parole ai fatti e al Ministro dell’Ambiente,  in visita nel Parco del Cilento il prossimo 10 aprile,  sarà sottoposta una piattaforma di opportunità verdi quale sfida per la nuova “governance” del Parco, che grazie all’enorme patrimonio immobiliare e di risorse potrebbe attraverso 10 progetti per attivare 1000 occupati in un tempo definito (18 mesi).Un nuovo modo di affrontare la gestione del potenziale territoriale, formalizzando non più parole ma RISULTATI,  con l’impegno alle dimissioni al mancato raggiungimento dell’impegbno verso le comunità amministrate. Per il futuro dovremmo essere più concreti e chiedere, a chi con i soldi pubblici si candida al governo del territorio, RISULTATI tangibili altrimenti farsi da parte a dare spazio alle COMPETENZE.

 


[1] Domenico Nicoletti “Aree Protette: Fiscalità di vantaggio e Imprese Verdi” edito Denaro Libri NA 2006

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.