Parte da Ravello il network della Costa d’Amalfi per i contratti di rete

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Ravello_Panorama-e1345993756759Potenziare il brand Ravello, e in generale della costiera amalfitana, attraverso la creazione dei contratti di rete, strumenti flessibili in grado di superare l’individualismo nel rapporto tra imprese e mercato, condividendo conoscenze, competenze e professionalità. Il progetto è stato illustrato stamani presso l’Auditorium Oscar Niemeyer di Ravello, nel corso del convegno “Contratto di rete. Strumento made in Italy per integrare individualità e aggregazione”, un evento promosso dal Comune di Ravello in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico, Unimpresa e Università Cattolica del Sacro Cuore, al quale hanno preso parte amministratori pubblici e imprenditori costieri.
Ad annunciarlo, il sindaco di Ravello, Paolo Vuilleumier, che ha ricordato la lunga tradizione di associazionismo e il “forte spirito dello stare insieme”, che ha sempre contraddistinto le attività produttive cittadine. A fornire il know how per la costituzione dei contratti di rete sarà Unimpresa, come proposto da Paolo Longobardi, presidente dell’associazione nazionale che riunisce 120mila micro e piccole imprese. “Nella stipula di contratti di rete il Comune sarà partner, interno o esterno, delle imprese per vigilare sul corretto utilizzo del brand Ravello, che è e resta un bene pubblico – spiega Vuilleumier – Sono certo che questo strumento, dove l’unico vincolo è quello di un obiettivo condiviso, potrà incontrare il favore dei nostri imprenditori, dal momento che ha nei suoi punti di forza un interesse collettivo che garantisce gli interessi del singolo”.
Una caratteristica, ha evidenziato Andrea Ferraioli, presidente del Distretto Turistico Costa d’Amalfi, che lo candida a divenire funzionale alle prospettive di sviluppo del territorio, riducendo l’incertezza e rendendo programmabile l’azione comune. Il convegno ha visto avvicendarsi al tavolo dei relatori Giuseppe Capuano, dirigente della Divisione Pmi e Artigianato del ministero dello Sviluppo Economico, Annalisa Tunisini, ordinario di Economia e Gestione delle imprese presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Tommaso Arrigo, docente di Diritto dei Contratti d’impresa e dei consumi presso l’Università di Genova e Luciano Consolati, delegato di Unimpresa alle Reti d’impresa e Filiere, che hanno illustrato le caratteristiche e le recenti innovazioni della disciplina dei contratti di rete e sottolineato la necessità di migliorare l’informazione e la diffusione dello strumento.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.