Salerno: emergenza sicurezza al Pronto soccorso del Ruggi, aggredita una dottoressa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
16
Stampa
Ospedale_Ruggi_pronto_soccorsoAllarme sicurezza al Pronto soccorso dell’Ospedale Ruggi. Nella tarda mattinata di ieri un medico del reparto d’emergenza è stato aggredito.   La vittima è una giovane professionista, impegnata ad assistere un parente di colui che poi diventerà il suo aggressore – scrive il quotidiano Il Mattino oggi in edicola -. A scatenare la reazione violenta  del parente del familiare in attesa di cure sarebbe stata l’insoddisfazione per la celerità con cui medici ed infermieri avrebbero prestato le cure . L’uomo prima si è avvicinato inveendo contro la dottoressa, poi l’ha strattonata violentemente. Tanto da arrivare a strapparle la divisa.

Fonte Il Mattino

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

16 COMMENTI

  1. Auguro a tutti tanta salute… anche perchè, se doveste trovarvi a passare per il pronto soccorso dell’ospedale di Salerno (come è capitato a me) vi verrà sicuramente la voglia di mettere le mani addosso a qualcuno.
    Pronto soccorso gestito in modo pessimo. Poco personale, tanta affluenza per un ospedale che ha un bacino di utenza elevatissimo, personale medico spesso saccente e indifferente.
    Ovviamente non faccio di tutta l’erba un fascio, ci sono tanti professionisti che svolgono la loro mansione con la massima professionalità, pur trovandosi in condizioni pietose…
    Detto ciò, non giustifico l’aggressione ma la comprendo…

  2. Assolutamente d’accordo con Mario!
    E’ facile giudicare da fuori. Prima o poi vi farete un giro anche voi e scoprirete quanto funziona la nostra sanità.

  3. pienamente d’accordo con i commenti precedenti
    18 euro su una sedia…. al freddo…. con una pancreatite in atto che poi ha richiesto il ricovero……

  4. sono stato diverse volte al pronto soccorso dell\’ospedale di salerno e la cosa che più mi ha colpito è stata la grandissima maleducazione e scostumatezza , non tanto dei pazienti (a volte stanno fatti e mbriachi e vabbè…) quanto dei loro familiari. Certi zozzoni buzzurri, violenti, cafoni e volgari, maneschi e attaccabrighe, che io, se fossi medico, li farei capa e muro. Soprattutto mi è capitato di andarci di notte un paio di volte nell\’ultimo anno e non vi dico che umanità di merda arriva in ospedale, soprattutto che razza di familiari, esemplari da zoo ….. comunque, buona pasqua!

  5. Questi dipendenti statali si credono intoccabili,questi medici sfornati dalle università pubbliche dalla cultura del post 68 comunista, tutti uguali e mediocri hanno distrutto la meritocrazia dell’individuo per avvantaggiare il collettivismo ideologico di scuola massificata,scadente,statale e comunista. Un ex paziente

  6. ha ragione il parente. in quel pronto soccorso non si fà altro che andare avanti e indietro, senza fare niente.

  7. A parte i zozzoni e buzzurri che passano dall pronto soccorso,non è una giustificazione per difendere incapacità e inefficenze del personale medico di un ospedale pubblico.Se non si è capaci di gestire situazioni critiche allora deve prevalere una legge del libero mercato. Licenziamento!!!!! Spazio alla meritocrazia,perché in medicina si agisce per salvare la pelle di tutti e chi non è capace vada al mare a pescare cavallucci marini.

  8. se sei un ex paziente vuol dire che ti hanno guarito bene! se poi avevi i milioni per farti curare da qualche paragnosta figlio di paragnosti l’argomento non ti riguarda. In entrambi i casi la tua opinione è risibile.

  9. Egregio anonimo,ringrazio Dio per essere vivo e per avermi dato una pellaccia dura,vedo che si è indignato perché mi sono permesso di dire verità ed evidenziare realtà storiche sulla preparazione universitaria del personale medico e sanitario,formazione proveniente dalla cultura mediocre e massificata del 68 comunista tutti uguali ma mediocri e sulla pelle dei pazienti.Si indigni per le inefficienze dell’ospedale di Salerno,dimenticavo!!! non vuole che noi cittadini tocchiamo il suo orticello??? Sono anni che il sistema statale e burocratico sta saccheggiando la sanità, e lei con il suo stipendio fisso vuole darci lezioni??? E tutto sulla pelle dei cittadini??? Una sola regola,quella del libero mercato: Licenziamento!!!!!! E meritocrazia!!!
    Un ex paziente con la pelle dura.

  10. Al Pronto soccorso del Ruggi ( ospedale di San Leonardo ) l’emergenza sicurezza inizia appena qualsiasi paziente mette piede in quel lazzaretto.
    Infrastrutture degradate, sporcizia, medici, infermieri ed operatori indifferenti e per niente disponibili.
    Ebbene, quell’aggressore potrebbe essere ognuno di noi, perchè proprio sulla salute, non bisogna scherzare.
    Mio padre per una scheggia sul dito è stato appena visitato, senza fare nessun intervento, tenendosi la scheggia nel dito ed un bollettino di 50€ da pagare per un cosidetto “codice bianco”.
    P.S. Mio padre lavora e paga le tasse da + di 50 anni.
    E’ UNA VERGOGNA!!!!

  11. vedo è molto arrabbiato col 68….forse nel 68 non gliela davano manco a gratis….??. detto questo, vorrei ricordarle che i medici proclamati tali nel 68 saranno tutti morti o in pensione. Comunque, io al pronto soccorso di Salerno sono stato educato, e mi hanno curato educatamente. Questa è la mia esperienza e credo valga almeno quanto quella dei buzzurri cialtroni violenti.

  12. Spesso ci si reca al ps per futilità e imbattersi in gente incivile (parlo dei pazienti) è la prassi. Ciò non toglie che bisogna anche essere fortunati nell’imbattersi in medici disponibili e capaci.

  13. E molto imbarazzante per me chiamarla con questi numeri da Alcatraz.Non mi riguarda sapere se sta sotto le coperte con i suoi simili i suoi gusti e piaceri riguardano la sua sfera intima e personale.Per quanto riguarda la formazione universitaria dei medici formati nel periodo del 68 le posso assicurare che sono tutti operativi e non mollano ne lo stipendio fisso,ne le poltrone,vedi i baroni universitari ecc.
    Quello che scandalizza è quella cultura negativa,parassitaria e statalista che ancora oggi domina il pensiero tramontato,lavorativo nella sanità di Salerno a discapito dei pazienti e non si giustifica con i buzzurri e borgatari.Sono un fortunato anche perché sono stato miracolato.La saluto paesano.
    Un ex paziente con la pelle dura.

  14. un medico dopo lurea e specializzazione nel 68 aveva 29 anni oggi ne avrebbe /a dio piacente/ 75…..; il cavaliere nel 68 aveva 32 anni….lei vuol parlare di merito??? Io credo che debba ripartire dalle tabelline! Non dico dai 10 comandamenti, perchè si capisce subito che, lei, è cultore solo ED UNICAMENTE dell’11° COMANDAMENTO…..!

  15. Sono stato al pronto soccorso del Ruggi,effettivamente sono rimasta sconvolta,sporcizia,urla,personale scorbutico parlavano solo in dialetto e per capirli ci voleva un interprete “Sono di Firenze e vivo da poco a Salerno”Medici presuntuosi,lenti e saccenti,non potevi chiedere niente che sembravano tutti scocciati.Lo sanno anche i scarafaggi presenti nel pronto soccorso che c’e un degrado da 5° mondo.Ha ragione quel signore che parla di cultura tramontata e perdente.effettivamente questo personale sanitario va sanzionato oLicenziato per lasciare spazio a nuove linfe emergenti.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.