Crecent, De Luca: “Tentativi di intimidazione nei confronti della Sovrintendenza”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
15
Stampa
Crescent_Salerno_10

“Sui giornali la vicenda è stata fritta e rifritta, ma sono sempre le stesse cose: semplicemente c’è stata una comunicazione di conclusione delle indagini da parte dei PM, niente di nuovo. Ho letto alcuni titoli di giornale assolutamente scorretti: dopo un’intervista di un’ora e mezza, mi sono ritrovato a leggere l’esatto contrario di quello che ho detto. Ribadisco la mia posizione. Il Comune di Salerno, e io in particolare, esprimiamo il massimo rispetto per l’iniziativa della magistratura: i magistrati hanno il dovere di accertare i fatti, a tutela della legalità e della correttezza. Nessun fastidio e nessun problema, dunque, ma totale rispetto e sostegno all’azione della magistratura.

Con altrettanta nettezza io confermo di ritenere corretti tutti gli atti posti in essere e li rifarei così come li abbiamo fatti, dal primo all’ultimo. La mia posizione è serena e limpida, eppure ci sono sedicenti giornalisti che hanno costante bisogno di creare polemica. Alcuni vivono di questo, altrimenti non vendono più neanche una copia di giornale. Noi, con serenità e rispetto di tutte le istituzioni, andremo avanti”. Lo ha detto il Sindaco De Luca a LIRATV

“E si registrano tentativi di intimidazione nei confronti della Sovrintendenza. Nella lettera di Italia Nostra si legge che il “il mastodontico lotto cementizio chiamato Crescent è la plastica espressione di quel degrado culturale e paesistico che da decenni la collettività è costretta a subire”. C’è una sola persona dotata di buon senso e sana di mente che possa dire che le baracche e i depositi di legno e di marmo che avevamo a Santa Teresa erano paesaggio da tutelare? “Degrado culturale e paesistico” nella città che ha realizzato una ventina di parchi pubblici? E ancora si legge nella lettera “quel condominio privato sostenuto da colonne doriche prefabbricate”Somari…le colonne sono prefabbricate perché l’opera ha uno stile di classico moderno, così come lo definisce Bofill; sarebbe stata una cafonata un’imitazione dei templi di Paestum, questa invece era una cosa dichiarata, ovvero un linguaggio moderno con segni neoclassici. E ancora nella lettera: “lo svuotamento di valori morali e culturali”. 

Quali erano questi valori? Gli spacciatori, le prostitute, i pedofili? “La muraglia che ha già alterato tratti significativi del lungomare cittadino”. Quali tratti significativi? Il chiavicone? Forse si riferiscono a un tratto di dieci metri di spiaggia inutilizzabile tagliato da un lato della piazza, perché nel progetto di Bofill l’orientamento della piazza stessa non doveva tagliare la visuale rispetto ad entrambe le costiere. E poi ancora “il paesaggio urbano alterato” sarebbero le baracche? Più avanti si legge: “è anche il simbolo dell’illegalità”. Su questo vedremo se ci sono gli estremi per una querela per diffamazione, perché l’illegalità è solo nella loro testa. “Contrastando così le tendenze all’indifferenza, all’affarismo che misura le cose col metro del denaro, all’affermazione di politiche urbanistiche regressive, spesso sostenute dal falso mito della (finta) riqualificazione”. Qui si cerca di intimidire il Sovrintendente… E, infine,“resistere ai privati”.

Somari…Quel PUA è un’iniziativa pubblica, non privata: il Comune ha deciso di collocarvi le abitazioni per evitare che di notte quella piazza fosse lasciata al degrado. Abbiamo fatto un’asta pubblica per recuperare dai privati le risorse necessarie per comprare l’area dal demanio e dalle Ferrovie dello Stato.

A maggio faremo in Piazza Portanova una mostra con la documentazione che manderemo alla Sovrintendenza, che testimonia il prima e il dopo. Sul Molo Manfredi, dove ora c’è la Stazione Marittima, c’era persino un inceneritore dove si bruciava di tutto: chissà quanta diossina ha emanato nell’aria. Non sapeva niente nessuno, tutti zitti”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

15 COMMENTI

  1. GRANDE DE LUCA , COME AL SOLITO .

    I FATTI SMENTISCONO SEMPRE LE MENZOGNE .

    SALERNO E’ CON TE.

    ZITTISCILI TUTTI QUESTI 4/5 CAFONI IGNORANTI ABITUATI A VIVERE COME GLI ZINGARI .

    FORSE QUALCUNO DI QUESTI CHE HA SCRITTO LA LETTERA AVEVA SPORCHI AFFARI IN QUELLA ZONA…………

  2. Questo continua ad arrampicarsi sugli specchi! Vorrei solo che avesse il grammo di materia grigia per spiegare ai cittadini che riqualificare un’area significa coprirla con centinaia di migliaia di metri cubi di calcestruzzo. Quando sarà capace, se mai dovesse esserlo, di farci capire che riqualificazione = megacostruzioni, allora batteremo tutti le mani! Per adesso i salernitani dotati di un solo grammo di materia grigia sanno solo che sono stati fatti megainteressi privati e non piccoli interessi della collettività di cui c’è tanto bisogno.

  3. Caro “Un cittadino salernitano”, per fare affermazioni, come quelle che hai fatto tu, bisogna documentarle!!! Facci capire quali sono gli interessi! Considerato che per la parte “privata” è stato fatto un regolare bando, spiegaci, visto che, e lo spero te, tu hai informazioni diverse, dicci dov’è limbroglio! Ti do una notizia: la diffamazione attraverso il Web può essere punita, anche se fatta in maniera anonima. Spiego meglio: anche se viene fatta nel modo in cui hai coraggiosamente scelto di fare tu! Io firmo sempre ciò che affermo…fallo anche tu se hai il coraggio di dire pubblicamente ciò che pensi! Il sottoscritto lo fa sempre. Prendi esempio!

  4. Premesso che l’edificio del CRESCENT puó piacere o meno sia dal punto stilistico che architettonico e tutti hanno il diritto di esprimere la propria opinione. Quello che non riesco a spiegarmi è come si possa scrivere o affermare che sia stata fatta una cementificazione selvaggia e sproporzionata? Su un’area che già prima era completamente e totalmente cementificata, dove non c’era un metro quadro di terreno non ricoperto da cemento! Per non parlare dei depositi in alcuni casi con coperture in amianto, materiale di risulta abbandonato ovunque, dei binari (che passavano anche sulla lungo mare) già da tempo abbandonati, una vasta area asfaltata e destinata a parcheggio ed un hotel orrendo a pochi metri dalla spiaggia! Non riescono a spiegarmelo…

  5. Io vivo ad Ancona un a citta’ a cui manca tanto un sindaco come Il Signor De Luca che qui sarebbe portato in spalla dai cittadini se avesse fatto le stesse cose ad ancona…….vengo spesso a salerno e posso dire che l’aria che si respira e sempre piu’ bella….adoro la mia citta’ ma certe volte i vari politicanti cercano di rendere tutti i progetti non praticabili….io sono un lavoratore fuori sede(infermiere)e dico che i problemi di salerno sono altri, qualcuno vada al ospedale di salerno ricettacolo di personaggi concludono poco e non danno lustro alla scuola medica salernitana.

  6. Io vivo ad Ancona un a citta\’ a cui manca tanto un sindaco come Il Signor De Luca che qui sarebbe portato in spalla dai cittadini se avesse fatto le stesse cose ad ancona…….vengo spesso a salerno e posso dire che l\’aria che si respira e sempre piu\’ bella….adoro la mia citta\’ ma certe volte i vari politicanti cercano di rendere tutti i progetti non praticabili….io sono un lavoratore fuori sede(infermiere)e dico che i problemi di salerno sono altri, qualcuno vada al ospedale di salerno ricettacolo di personaggi concludono poco e non danno lustro alla scuola medica salernitana.

  7. Al solito spara nel mucchio a “do coglio coglio”.Sig. Antonio La Monica perche’ intimidisce non è che di cazzate qui nessuno ne scrive, percio’ lasci stare,qui tutti mandano commenti a seconda della loro ideologia politica,anche lei o no?Il Dott. De Luca, continua in tutte le sedi, a sostenere che per eliminare il degrado ha costruito piazza della Liberta’ e il Crescent,INSOSTENIBILE questa tesi ne trovi una piu’ credibile.Non è credibile che sanificare un’area bisogna spendere 60 milioni di euro.Se viceversa dice che si è mosso, perche’ la piazza e il crescent possono rendere piu’ bella la citta’ forse è piu’ credibile e dimostra un po’ di rispetto per i suoi cittadini che sono creduloni.A proposito D.F. non credo che sei di Ancona, ma un “fedele” deluchiano di Salerno

  8. Immagino un giorno, finalmente, quando l’opera sarà completata, piazza, crescent, parcheggi e attivitá commerciali, come tutti noi salernitani, compresi i denigratori, utilizzerrmo, frequenteremo, e gioveremo di questa area!! E tutte queste polemiche, accuse e denunce avranno solo ritardato inutilmente un’opera fondamentale di cui noi cittadini abbiamo bisogno come il pane!!

  9. potrà anche non piacere come al sottoscritto, estimatore ed elettore di de luca, ma tutto deve seguire le regole vigenti pertanto……aspettiamo.
    poi ai beceri partigiani di ambo gli schieramenti, vorrei dire che la loro ignoranza e il loro qualunquismo è impressionante. SOLO LE NORME ESISTONO.

  10. Vorrei che De Luca dicesse qualcosa sul Piano Pip per la nautica, pensato per Capitolo S. Matteo, piano di insediamenti produttivi (posti di lavoro) per la cantieristica che è praticamente fallito invece di continuare a blaterare sul Crescent che bello o brutto che sia non aggiungerà nessun posto di lavoro trattandosi di un condominio e considerando che anche in pieno centro le attività commerciali stanno chiudendo e le varie gallerie e multi centro sono un deserto. De Luca all’oggi non è riuscito a terminare neanche il solarium (inaugurato) di Piazza della Concordia ex nave, tralascio per brevità l’ulteriore elenco.

  11. Egregio signore, non avevo e non ho nessuna intenzione di intimidire nessuno! Ho solo esortato chi fa accuse, anche pesanti, di documentare quanto dice e di prendersene la responsabilità. Per quanto attiene al resto, mi pare ovvio che tutti hanno il diritto di esprimere la prorpria opinione, ma nessuno può calunniare impunemente. Questo è tutto.

  12. UNA VOLTA, A VIA ROMA, LA SERA FINO A NOTTE INOLTRATA VI ERANO FROTTE DI RAGAZZI CHE ANIMAVANO LA MOVIDA, NOI LAVORAVAMO E TUTTO FUNZIONA ORA I RAGAZZI NON SANNO DOVE PARCHEGGIARE L’AUTO E NON VENGONO PIU’.MOLTI LOCALI SONO ENTRATI IN CRISI E ALCUNI SONO COMATOSI.PIAZZA DELLA LIBERTA’ CON IL CROLLO E IL SEQUESTRO NON DA’ PIU’ PARCHEGGI.FRANCAMENTE DEL CRESCENT NON ME NE IMPORTA NIENTE.SE LA PIAZZA FOSSE STATA COSTRUITA A REGOLA NON SAREBBE SOTTO SEQUESTRO GIUDIZIARIO E NOI AVREMMO SUPERATO ANCHE QUESTA CRISI ECONOMICA CON TRANQUILLITA’.MI SEMBRA OVVIO CHE QUESTA MOTIVAZIONE NON INTERESSA NESSUNO TANTOMENO LA STAMPA CHE TACE.

  13. se non si è riusciti a terminare il solarium (inaugurato) e il piano pip per la nautica è colpa della regione!

  14. Non esagerare con queste ipotetiche diffamazioni via web che servono solo ad indurre il libero popolo al silenzio.Indignati per il degrado e l’arroganza di certi politici che con la camorra stanno saccheggiando Salerno e il meridione D’Italia.In oltre fatti un viaggio nella Corea del nord comunista e vedrai che nessuno può parlare,nessuno può sussurrare,troverai un silenzio tale che anche tu diventerai sordo e affamato. Attento però i comunisti con la fame che stanno patento si mangiano anche la tua carcassa.Ti saluto e lascia che la libertà prevalga
    su tutto.Un uomo libero del sud.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.