Coppa Italia: scontri e spari prima di Napoli Fiorentina, tifoso azzurro gravissimo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
39
Stampa
scontri_roma_Tre feriti per colpi di pistola a Roma, prima della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina, in una giornata segnata da incidenti e caos. Un ultrà della Roma, Daniele De Santis, anche lui ferito e ricoverato in ospedale con una gamba rotta, accusato di aver fatto fuoco: per lui in nottata è scattato un provvedimento restrittivo. Gli spari nel pomeriggio, nei pressi di Viale Tor di Quinto, vicino allo stadio Olimpico. Vittime tre tifosi napoletani: uno dei tre, Ciro Esposito, trentenne, è gravissimo. Un proiettile ha raggiunto la colonna vertebrale ed è stato estratto durante un delicato intervento chirurgico. La sua situazione è definita dai medici “stabile, ma critica”. Gli altri coinvolti sono un uomo di 43 anni, colpito alla mano destra ed uno di 32 anni, colpito ad un braccio e ad una mano.

I feriti sono stati soccorsi dalla polizia, che ha anche recuperato la pistola che ha sparato. A notte non era ancora del tutto chiara la dinamica. La questura in un primo momento aveva fatto sapere che il ferimento non sarebbe da “collegare a scontri tra tifosi, ma avrebbe cause occasionali”. però, con il passar del tempo, ha preso piede e si è concretizzata la pista della lite tra ultrà che è poi drammaticamente degenerata. I fatti si sono verificati nei pressi di un’area verde – dove c’è il “Ciak”, un ex locale – vicino allo stadio Olimpico.

Qui, secondo la dinamica al momento più accreditata, De Santis avrebbe prima provocato alcuni tifosi partenopei e poi, dopo la loro reazione violenta, avrebbe fatto fuoco. L’ultrà è stato interrogato a lungo nell’ospedale dove è ricoverato e per lui, a notte, è scattato il fermo. Gli investigatori, infatti, ritengono di aver raccolto elementi sufficienti per indiziarlo del triplice ferimento. L’uomo non è sconosciuto alle forze di polizia. Fu infatti coinvolto, secondo quanto si è appreso, in una vicenda giudiziaria, poi prescritta, sulla sospensione del derby Lazio-Roma del 21 marzo 2004.

La partita venne fermata in seguito alle pressanti richieste dei leader delle curve per le voci, poi rivelatesi infondate, della morte di un bambino investito da un’auto della polizia. L’ultrà avrebbe scavalcato, con altre persone, il recinto di gioco. Stasera allo stadio c’era anche il premier Matteo Renzi, con moglie e figli, scortato da polizia e carabinieri. La partita è poi iniziata con 45 minuti di ritardo in un clima surreale.

“Una partita di calcio non si può trasformare in una guerra tra bande con episodi di violenza”, ha commentato il presidente del Senato, Pietro Grasso, all’arrivo allo stadio Olimpico. Roma è stata ‘invasa’ da decine di migliaia di tifosi giunti da Napoli e Firenze. La giornata è stata caratterizzata da incidenti tra i tifosi e tafferugli: una decina complessivamente i feriti.

La tensione è salita nel tardo pomeriggio, quando sono cominciati gli scontri tra i supporter delle due squadre, cui avrebbero partecipato anche ultras della Roma, e tra questi e le forze dell’ordine. Contro gli agenti che scortavano le tifoserie perché non venissero a contatto, nei pressi di Ponte Milvio, sono stati lanciati bottiglie ed oggetti vari. Tafferugli tra i gruppi di sostenitori si sono verificati in altre zone vicino all’Olimpico. Anche nello stadio, poi, ci sono stati lanci di petardi e bombe carta. Naturalmente la partita si è poi giocata in un clima di palpabile tensione sugli spalti. Un capo tifoso del Napoli, seduto su una grata della curva Nord, ha partecipato alla convulsa trattativa che ha preceduto l’inizio dell’incontro. E’ stato lui, riconoscibile per un vistoso tatuaggio su tutto il braccio destro, che ha parlato col capitano del Napoli Hamsik, scendendo sul campo di gioco; ed è stato ancora lui, con ampi gesti, prima a chiedere il ritorno della calma in curva da cui erano state lanciate alcune bombe carta, e poi a dare l’assenso all’inizio della partita quando i funzionari delle forze dell’ordine sono andati sotto gli spalti per comunicare la decisione di giocare.

DIRETTA TWITTER

 

 

GUARDA I VIDEO DA YOUTUBE

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

39 COMMENTI

  1. tu che ti fregi di essere una metropoli, non sei altro che un mastrillo di città, con l’aggravante che vivete uno addosso all’altro appunto in un buggigattolo di città( guardati la superficie in cui vivi….un paese allargato)!!! tu che chiami o cafò altri posti non dimenticare che nella tua grande metropoli ah,aaaaaaaaaaaaaaaaaaaa chiedi ancora al vicini di casa tien nu poc e pretusin( prezzemolo), tien nu poc a lacce( sedano), ma stù popol e cafun e sagliutiell……..cose da matti!!!!!

  2. W il caffè di Passalacqua sporka simm i migliori forza Napoli Napoli nàaa bandiera tutta azzurra ca rassumiglia o’ cielo e o’ mare (spuork) e’ stà città, Fozza Napoli (la r non si pronuncia) ooo Napoli Napoli Napoli i guagliun della Curva B aaaa ale alé oohhhh

  3. Chi non salta juventino eh eh chi non salta juventino eh eh eh Benfica si l’ammore mio grazie per aver eliminato a Juventùs accento ngopp a U, Benfica a’carogna

  4. Ovunque tu vadaaaaaaa, ti seguirò, Napoli alè, Azzurri alè, Naaaa….pooo… Liiii, (velocemente dite Napoli e clap di mani) w a’carogna profumo di nzogna (sugna, strutto)

  5. Se non ci sprovincializziamo,saremo sempre derisi ovunque.Qua c’è addirittura qualcuno che evidenzia le “non invenzioni”dei napoletani.Roba da matti…….

  6. Tutti insieme a cantare “E Uan e Ciù E Uan Ciù Trì”
    Staje luntana da stu core,
    a te volo cu ‘o penziero:
    niente voglio e niente spero
    ca tenerte sempe a fianco a me!
    Si sicura ‘e chist’ammore
    comm’i só sicuro ‘e te…
    Oje vita, oje vita mia…
    oje core ‘e chistu core…
    si stata ‘o primmo ammore…
    e ‘o primmo e ll’ùrdemo sarraje pe’ me!

  7. Mi commuovo sempre questa canzone del Core mio°°
    Oh………..ale’……….oh……oh…ale’
    Ale’….oh…..oh………..ale’
    Ale’……..oh……oh
    Napoli……..napoli………napoli
    Forza napoli…..napoli……napoli….oh..oh.
    Napoli………napoli……….napoli
    La mia napoli……napoli
    ‘a bandiera tutta azzurra
    Ca rassumiglia ‘o cielo
    E ‘o mare ‘e sta citta’
    Forza napoli
    Rint’all’uocchi’e ste guaglione
    Ca se scordano ‘e problemi
    E si mettono a canta’
    Napoli……….napoli……….napoli
    Quei ragazzi dellla curva b……..oh..oh
    Napoli……….napoli……….napoli
    Nu striscione rice siamo qui
    Oh………..ale’…….oh…oh……..ale’
    Ale’…..oh……..oh…….ale’
    Ale’……….oh…….oh
    Napoli……….napoli………napoli…

  8. Grande Gigi sei un grande, tuttaaaaa la mia vitaaaa sei tuuu…
    Sembra cominciata già
    Una storia senza fine
    Farò girare il mondo intorno a noi
    Arriverà Natale senza nuvole
    Le domeniche d’agosto
    Quanta neve che cadrà
    E nel tempo che verrà
    Il mio cuore ti sorprenderà
    VIVA LA NEVE D’AGOSTO SEI UN GRANDE GIGI TI ADORO, ho la la sciarpetta dei tuoi concerti a Casa

  9. Tu vuò fa l’ americano!
    mmericano! mmericano
    siente a me, chi t’ ho fa fa?
    tu vuoi vivere alla moda
    ma se bevi whisky and soda
    po’ te sente ‘e disturbà.
    Tu abballe ‘o roccorol
    tu giochi al basebal ‘
    ma ‘e solde pe’ Camel
    chi te li dà? …
    La borsetta di mammà!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.