Sanità in Campania: conti in attivo ma assistenza negata !

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
medici_generica-e1365769430121In Campania stamane tutti gli organi di stampa riportano con grande enfasi la notizia dei conti della sanità tornati in attivo nel 2013 comunicati ieri nel corso di una “auto celebrativa” conferenza stampa dal Presidente della Giunta Regionale e Commissario “ad acta” per la sanità, On. Stefano Caldoro. Questo risultato è stato conseguito mediante un processo di razionamento caratterizzato da blocco del turn over, che ha prodotto dal 2007 al 2013 ad una riduzione di personale pari a circa 15.000 unità, tagli ai servizi territoriali ed ospedalieri, taglio di circa 2300 posti letto per acuti, aumento dei ticket e delle aliquote Irpef ed Irap che gravano sui cittadini della Campania.

L’On. Caldoro ha dimenticato che il risanamento dei conti è stato raggiunto grazie al sacrificio dei cittadini e dei lavoratori del Sistema Salute in Campania. L’approccio economicistico del Piano di Rientro non è stato “volutamente” affiancato né da un processo di razionalizzazione in grado di individuare ed aggredire i nodi strutturali del sistema, causa del debito, né da un percorso capace di coniugare bilancio assistenziale e bilancio economico.

La Sanità non è solo contabilità, ma è il risultato di una politica che sappia  organizzare i servizi in modo da rispondere in maniera efficace alla domanda di assistenziale dei cittadini garantendo il diritto costituzionale alla salute. L’On. Caldoro ha dimenticato di dire che, nel corso di questi anni, tutti gli indici di salute esaminati da studi indipendenti mostrano un progressivo peggioramento, che la Campania è in ultima posizione per quanto concerne la garanzia dei L.E.A., che gli operatori della sanità lavorano in condizioni pessime, che la corruzione, il malaffare e l’illegalità in sanità continuano a divorare soldi pubblici, che la migrazione sanitaria è aumentata e che molti cittadini ormai non si curano più.

Il risultato della assenza di una politica sanitaria è che i conti sono in attivo, ma l’assistenza è negata ed il Sistema Salute pubblico è in coma !!!

di Antonio Crispi, Segretario Generale F.P. C.G.I.L. Campania, e di Giosuè Di Maro, Segretario Regionale F.P. C.G.I.L. Medici

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. GRANDE CALDORO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    QUESTA E’ LA GRANDE VITTORIA DELLA REGIONE, COSI COME SUL TRASPORTO PUBBLICO , AEROPORTO, FONDI EUROPEI ETC ETC

    FATE SOLO ANNUNCI ELETTORALISTICI PERALTRO NEANCHE CREDIBILI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    LA GENTE ORMAI HA APERTO GLI OCCHI SULLA CLASSE POLITICA ATTUALE E GLI UNICI VOTI CHE POTETE PRENDERE SONO SOLO QUELLI COMPRATI CON PROMESSE E CLIENTELE POLITICHE , MA ANCHE QUESTO FINIRA’

  2. Allucinante… questo articolo sembra scritto dal sindaco Vincenzo De Luca… ma allora è una cosa contagiosa

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.