Vertenza SITA, il PD Salerno scrive al Prefetto: “Rischio blocco per migliaia di cittadini”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
autisti_sita_protesta“La vertenza SITA non va sottovalutata. Se le autorità preposte, Regione e Provincia in particolare, non assumono iniziative positive ed immediate, oltre a configurarsi una interruzione di un servizio di pubblica utilità, c’è la possibilità di un vero e proprio blocco per centinaia di migliaia di cittadini residenti nella provincia di Salerno. Non parliamo soltanto di studenti, lavoratori e pendolari ma di intere comunità che resteranno isolate (specialmente nei Picentini, Costiera Amalfitana, Piana del Sele). Trasmettiamo agli organi di stampa, per dovuta e opportuna conoscenza la lettera che il Segretario provinciale ha inviato nella giornata di ieri al Signor Prefetto di Salerno. Si intende, inoltre, impegnare, tutto il Partito, in particolare i Deputati nazionali affinchè  la SITA non conosca la stessa pesante sorte toccata al CSTP che è fallita per colpa di amministratori incapaci e che, ora, solo grazie alla guida accorta del Prof. Raimondo Pasquino, sta risalendo la china”.

Lo scrive in una nota il PD della Provincia di Salerno che rende nota anche la lettera inviata al Prefetto. Ecco il testo.

Al Sig. PREFETTO della provincia di Salerno

La vertenza SITA, con la conseguente crisi di un’azienda che occupa 439 famiglie, é un ulteriore emblema delle gravissime responsabilità della Regione Campania in ordine a uno dei servizi essenziali di maggiore rilevanza, quello del trasporto pubblico. Tale crisi, illustrissimo Prefetto, oltre a creare ulteriori emergenze e drammi occupazionali, provoca un ulteriore stato di isolamento dei nostri già martoriati territori, specialmente in Costiera Amalfitana, nei Picentini, in una parte della Piana del Sele. Studenti, lavoratori pendolari, intere comunità si vedranno nell’impossibilità di andare avanti.

Il comportamento della Regione è gravissimo e irresponsabile, anche perché il nostro territorio è già ai minimi termini sul piano della viabilità e della mobilità. Le chiediamo, pertanto,  di intervenire subito, prima che la situazione, anche sul piano sociale, degeneri. Le chiediamo di porre in essere ogni atto positivo, di garante e rappresentante dello Stato sul territorio, per gestire quella, che, già da ora  si preannuncia come una fase delicata e drammatica per tutto il nostro territorio e per l’intera comunità provinciale salernitana. Fiduciosi in un positivo riscontro, colgo l’occasione per porgerLe i più cordiali saluti.

Nicola Landolfi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Sembra strano il PD-Salernitano scrive al Prefetto,ma Renzi non li voleva far scomparire?Meglio sarebbe stato inviare la missiva allo stesso Renzi che sembri abbia già un piano per il trasporto pubblico nell’insieme di tanti altri.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.