Salerno: presentato l’evento “Overtime – nel nome di Agostino di Bartolomei”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
overtimeCosa c’è dopo il 90°? I tempi supplementari sono imprevedibili. L’overtime è una partita a sé, in grado di azzerare tutto in un secondo. Ma cosa c’è dopo il calcio? E senza il calcio? Il futuro può essere beffardo, straordinariamente diverso da come te lo immaginavi, che tu sia un giovane di belle speranze o un calciatore affermato. Sono alcuni dei temi affrontati questa mattina nella conferenza stampa di presentazione di OVERTIME – nel nome di Ago, evento in programma lunedì 12 maggio alle ore 19 al Teatro Augusteo di Salerno. «Nel nome di Ago… ma sai che suona proprio bene! Chissà se poi, nel nome di Ago per il calcio, nel nome di Raciti per le forze dell’ordine, nel nome di Federico Aldrovandi per i nostri ragazzi, si possa ristabilire quella sana normalità tornando ai fondamenti del viver civile. Dopo questa settimana che ha visto la violenza deflagrare, io continuo ad aver fede, sapendo che quella bella erba verde che ha calpestato Ago, da sentiero sta diventando sempre più via maestra, per necessità ontologica ritengo».

Queste le parole di Marisa Di Bartolomei, moglie di Agostino, affidate ad una lettera di saluto e di ringraziamento nei confronti della manifestazione Overtime che sarà letta integralmente lunedì sera al Teatro Augusteo insieme a quella del giornalista Gianni Mura che ha definito Overtime «un evento bello, giusto e anche doloroso». Lunedì sera scopriremo il perché di questa affermazione di Gianni Mura.

«Ho avuto il privilegio di colloquiare con Agostino Di Bartolomei, al di fuori dei terreni di gioco, e di apprezzarlo per la fine sensibilità e per il sentimento di rispetto nei confronti degli interlocutori: un’autentica rarità, nei campioni dello sport, quale egli è stato – ha affermato Enzo Pastore, presidente della Figc Campania. Un evento significativo, quello del Teatro Augusteo di Salerno, con testimoni d’eccezione, tra i quali i tre protagonisti di un film (“Zero a Zero”, del regista Paolo Geremei) che hanno giocato al calcio con lusinghiere prospettive ma non sono diventati calciatori professionisti. Un insegnamento, innanzitutto per i genitori, affinché evitino di caricare di stressanti e frustranti aspettative i calciatori “in erba”».

Non ha potuto essere presente alla conferenza stampa ma ha lasciato comunque il suo saluto il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca. «Agostino Di Bartolomei ha lasciato un ricordo indelebile a Salerno. Ha firmato una storica promozione in serie B al termine di una stagione esaltante nel corso della quale la sua esperienza ed il suo esempio sono stati fattori determinati. Era entrato profondamente in sintonia con la città, la tifoseria, i compagni di squadra. La manifestazione Overtime sarà una preziosa occasione per ricordare Agostino ed attraverso la creatività metterne in pratica gli insegnamenti».

«L’amministrazione comunale di Salerno è particolarmente entusiasta per questa iniziativa che ci dà la possibilità di un momento di riflessione verso tematiche che stanno a cuore a tantissime persone – ha sostenuto Antonio D’Alessio,Presidente del Consiglio Comunale di Salerno. Salerno deve dire grazie ad Agostino Di Bartolomei due volte. Nel 1990 per la storica promozione in serie B, attesa da molti anni. E oggi perché ci consente di approfondire discorsi importanti relativi al calcio e alla nostra società, soprattutto alla luce di quanto accaduto recentemente. Salerno è una città che sta crescendo e che può continuare a farlo attraverso manifestazioni come questa di Overtime».

«La mia vita e la mia carriera non possono prescindere dalle passioni che l’hanno attraversata – ha detto Nicola Provenza,allenatore e medico, ideatore della manifestazione Overtime. Nel corso degli anni il mio interesse si è rivolto anche allo studio delle dinamiche psicologiche, sociali ed economiche che ruotano intorno al mondo del calcio, ed inoltre all’aspetto pedagogico dello sport. Ciò che ho potuto rilevare, come comune denominatore tra due professioni apparentemente molto distanti quali il medico e l’allenatore, è l’attenzione che va rivolta alle persone dal punto di vista strettamente umano e psicologico. Questo mestiere porta dentro di sé innanzitutto l’enorme responsabilità della formazione di tanti giovani. Il Calcio è un mondo affascinante e gratificante ma anche, talvolta, vestito di un’amara complessità».

Alla conferenza stampa era presente anche Licio Scifo, papà di Emanuele Scifo che ha bisogno di effettuare un intervento multi-organo negli Stati Uniti d’America. Overtime sostiene una raccolta fondi per assicurare ad Emanuele i soldi necessari per le cure mediche che sono molto dispendiose. «Ringrazio il dottor Nicola Provenza e gli organizzatori di Overtime per tutto quello che stanno facendo per mio figlio Emanuele – ha dichiarato Licio Scifo. Agostino Di Bartolomei e mio figlio Emanuele hanno in comune una grande qualità, il coraggio. E poi hanno scelto entrambi una compagna cilentana».

Overtime – nel nome di Ago ha ricevuto il patrocinio di Salernitana, Roma, Milan, Cesena e Vicenza, le cinque squadre con le quali ha giocato Agostino Di Bartolomei. «Era d’obbligo da parte nostra confermare il patrocinio a questa bella manifestazione a cui la Salernitana aderisce con molto entusiasmo per ricordare la figura di uno straordinario professionista e di un grande uomo che abbiamo già omaggiato nella finale di Coppa con una maglia celebrativa e che ricorderemo il prossimo 30 Maggio con un’intera giornata dedicata al capitano granata». Attraverso queste parole Marco Mezzaroma, comproprietario dellaSalernitana, ha voluto salutare la manifestazione Overtime.

«L’AS Roma è lieta di dare il proprio patrocinio morale all’evento Overtime in memoria di Agostino Di Bartolomei, campione che come pochi altri ha saputo identificare l’essenza del romanista, sia come tifoso sia come calciatore e capitano. Agostino rappresenterà per sempre la storia dell’AS Roma, come sancito dal suo ingresso nella Hall of Fame del Club». Questo il pensiero dell’AS Roma giunto alla manifestazione Overtime attraverso il responsabile della comunicazione Simone Di Segni.

Overtime – nel nome di Ago, in programma lunedì 12 maggio alle ore 19 al Teatro Augusteo di Salerno, sarà diviso in tre momenti. Ci saranno un ricordo di Agostino Di Bartolomei, a 20 anni dalla sua scomparsa, la proiezione del film di Paolo Geremei “Zero a Zero”, che racconta la storia di tre giovani promesse costrette a rinunciare al sogno di diventare calciatori, e il dibattito “La vita oltre il calcio”, moderato dal giornalista Sky Gianluca Di Marzio al quale parteciperanno il direttore del Guerin Sportivo Matteo Marani, l’allenatore Ezio Glerean, il regista Paolo Geremei, la scrittrice Elisabetta Bucciarelli e il presidente della Figc Campania Enzo Pastore. Previsto anche il saluto del sindaco di Salerno Vincenzo De Luca.

GUARDA IL VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. PROPOSTA: INTITOLIAMO LO STADIO ARECHI AD AGOSTINO DI BARTOLOMEI. SALERNONOTIZIE LANCI UNA RACCOLTA DI FIRME CON UN BLOG DI SOSTEGNO. STADIO “AGOSTINO DI BARTOLOMEI” O, IN ALTERNATIVA, LA COINTESTAZIONE: STADIO “ARECHI-DI BARTOLOMEI”, ANCHE SE QUESTA SECONDA OPZIONE NON CI CONVINCE. PARTIAMO CON L’INIZIATIVA E COINVOLGIAMO LE AUTORITA’ CITTADINE.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.