Vertenza Sita, De Luca: “Caldoro vive in una dimensione tutta sua. Ci attende dura battaglia”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
autobus_sita_costiera_amalfitanaLe Province di Napoli, Salerno ed Avellino sono le prima a dover chiarire, alla Sita, la propria posizione in ordine ai tagli e alle note di credito inviate sul 10% delle prestazioni di trasporto pubblico finora effettuate dagli autobus del gruppo Vinella.  Entro lunedì bisognerà trovare un accordo che dia serenità ai lavoratori della Sita e formalizzi le condizioni di impresa per la permanenza dell’azienda in Campania. E’ noto che la Sita ha congelato, in via provvisoria, le lettere di licenziamento per oltre quattrocento dipendenti in attesa che si chiariscano i rapporti con le Province servite e con la Regione Campania.

L’amministratore delegato Vinella disconosce gli obblighi di servizio così come posti dall’assessore regionale ai trasporti Vetrella, ritenendo oscuri alcuni punti relativi al costo/chilometro, alla certezza dei pagamenti ed al margine di utile ragionevole. In altre parole, Sita chiede alla Regione di sottoscrivere un contratto soddisfacente per entrambe le parti e non solo per l’ente di Palazzo S.Lucia. Inoltre, va chiarito anche perché le Province continuino a ventilare tagli e a richiedere note di credito senza motivo quando la stessa Regione ha confermato che i fondi a disposizione sono gli stessi dello scorso anno e non ha posto ostacoli ai primi pagamenti.

Sull’argomento il Sindaco De Luca ha detto: “Ho saputo che nei prossimi giorni i dirigenti della SITA dovranno incontrare l’assessore regionale ai trasporti: a loro va tutta la mia solidarietà, perché saranno sottoposti ad un martirio: un incontro con l’assessore regionale ai trasporti è un atto di espiazione, è come flagellarsi.
In Campania siamo ormai al disastro, il trasporto pubblico è in condizioni da terzo mondo: interi territori rischiano di restare paralizzati. E il Presidente, persona sempre sorridente e garbata per carità,  continua a non dare segni di vita e a vivere in una dimensione tutta sua. Dovremo, dunque, fare una battaglia dura per combattere l’ottusità dell’assessore e la latitanza del Presidente”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Si, De Luca è un tuttologo, peccato che da viceministro ai trasporti non ha fatto un tubo.Si preoccupa dei lavoratori della Sita,ma riduce con lo stesso criterio, lo stipendio delle municipalizzate.Questo parla sempre degli altri e tira calci,ma non ricorda che proprio oggi sul quotidiano ” La Citta’” è riportata la notizia che Salerno ha le tariffe tra le piu’ alte d’Italiia.De Luca gonfio d’aria crede che noi salernitani siamo tra i piu’ ricchi della nazione.Vuole, in caso di esito negativo da parte del tribunale di Salerno, candidarsi per la quinta volta a sindaco,ma è una minaccia?Intanto si prepara per la presidenza regionale e il figlio al comune.Siamo alla eredita’ politica senza vergogna.

  2. Allora, se critichi fallo bene,non credere che siamo tutti creduloni.A Salerno esiste il Cstp che rischia di fallire perche’ ha debiti per 27 milioni di euro. I debiti non si sono accumulati nell’ultimo periodo, ma vengono da lontano, ovvero il Cstp, è stato amministrato anzi disaministrato dal Pd, addirittura con a presidente l’ex segretario provinciale del partito.Ora dare addosso alla regione egregio De Luca serve soltanto a fare propaganda politica e null’altro.Le richieste della Sita devono essere concordate dalle parti,ed è inverosimile che il personale venga usato per per ottenere maggiori risorse dalla regione.Il suo governo ha stabilito le linee economiche,lei prontamente le attua a Salerno con i suoi dipendenti (salario accessorio) se lo fanno alti, sono criticati.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.