SITA: nulla di fatto dal vertice di Napoli, si riapre la crisi con 430 dipendenti a rischio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Pullman_SITA_scioperoFumata nera dall’incontro tenutosi a Napoli tra i rappresentanti dell’assessorato ai Trasporti, i vertici aziendali della SITA ed i sindacati per cercare di trovare un accordo che potesse scongiurare la fine delle corse, come annunciato nelle scorse settimane, a partire dal 1 agosto con il licenziamento di 430 lavoratori. Sul tavolo del confronto il servizio su gomma assicurato in tre provincecampane (Avellino, Salerno e Napoli) dalla Sita. Nelle scorse settimane i lavoratori dell’azienda avevano proclamato lo stato di agitazione, con inevitabili disagi per circa 34mila utenti, dopo che l’azienda aveva comunicato di voler avviare le procedure per abbandonare la Campania a causa di lamentate inadempienze da parte degli enti locali.

Nei giorni scorsi si sono tenuti altri due vertici (l’agitazione è stata dunque sospesa) nel corso dei quali si è fatto il punto della situazione con i sindacati che hanno chiesto di fare scelte lungimiranti per il trasporto pubblico in Campania. In una intervista a Metropolis Simone Spinosa direttore della Società dice: “Noi non chiediamo niente di più di quello che ci spetta di diritto. Dalla Regione Campania vantiamo un credito che si aggira intorno agli otto milioni di euro. Per loro la cifra è sicuramente inferiore, ma aspetto di vedere i conteggi fatti dai funzionari dell’assessore regionale Vetrella».

Sul futuro, invece, sembra non accettare compromessi: «A queste condizioni restare in Campania risulta davvero impossibile per la nostra azienda. Se non ci conviene rimanere noi andremo via il prossimo primo agosto e non vogliamo nulla da nessuno». Una decisione che non vacilla nemmeno quando si tirano in ballo i soliti obblighi di servizio: «Quelli non sono un problema, perché siamo pronti ad arrivare davanti alla Corte di giustizia dell’Unione europea per far valere le nostre ragioni». L’azienda teme che la situazione campana possa abbattersi di riflesso anche nelle altre regione dove la società opera – Puglia e Basilicata – minando così la stabilità di tutto il gruppo.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. La politica disastrosa targata pdl farà ancora disastri se continua a governare.Si spera che i cittadini di questa regione li mandino via presto!

  2. Se Caldoro dicesse il vero quando afferma che ha portato la sanità in pareggio e quindi anche buona parte del bilancio regionale, chiedere anche solo un prestito per reperire 8 milioni di euro, sarebbe uno scherzo. Dunque le ipotesi sono due: o vogliono affossare completamente il trasporto pubblico oppure non c’è un euro e hanno spudoratamente mentito sui bilanci. Entrambe inquietanti.

  3. Il “pareggio” di Caldoro: ospedali chiusi. Tasse regionali alle stelle. Tagli di posti di lavoro UTILI (come quelli del trasporto). Annullamento totale di qualiasi investimento per ambiente, bambini, salute, economia, trasporti, ecc… In alcuni casi è meglio perdere che pareggiare morendo!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.