Campania: Giunta regionale, intese su corruzione e condizioni carcere

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
consiglio_regione_campania_giuntaSi è riunita a palazzo Santa Lucia la Giunta regionale della Campania, presieduta da Stefano Caldoro. Su proposta del presidente, sono stati approvati due protocolli di intesa. Il primo, con il ministero dell’Interno, è volto a potenziare e a razionalizzare gli strumenti di prevenzione amministrativa della corruzione e dell’infiltrazione della criminalità organizzata nel settore della bonifiche ambientali in Campania.

Il secondo, con il ministero della Giustizia, l’Anci e i Tribunali di Sorveglianza di Napoli e Salerno, punta a migliorare le condizioni del sistema carcerario regionale. A tal fine, per la realizzazione degli interventi di edilizia penitenziaria vengono stanziati 9 milioni di euro. Su proposta congiunta del vicepresidente Guido Trombetti e dell’assessore alle Autonomie locali Pasquale Sommese è stato approvato il disciplinare sugli open data. Con questo provvedimento, viene dato il via libera all’accesso ai dati ed alle informazioni regionali, al fine di assicurare trasparenza nell’azione amministrativa.

Su proposta dell’assessore alla Cultura, Caterina Miraglia, la Giunta ha detto sì allo schema di protocollo di intesa con la Provincia di Salerno per l’istituzione del Sistema Museale territoriale. Gli enti locali titolari di musei, di cui almeno uno riconosciuto di interesse regionale, possono associarsi per la costituzione di sistemi museali territoriali o tematici. Su proposta dell’assessore all’Assistenza sociale, Ermanno Russo, è stato istituito il Tavolo regionale per l’inclusione delle persone Rom, Sinti e Camminanti della Campania, con il compito di monitorare l’attuazione della strategia a livello locale e di svolgere un’azione di informazione e sensibilizzazione verso i comuni e le province.

La partecipazione al tavolo è a titolo gratuito. Su proposta dell’assessore al Turismo Sommese, la Giunta ha preso atto dell’avvenuta approvazione da parte del Ministero dei Beni culturali dei due progetti POIn presentati dalla Regione. I progetti riguardano la partecipazione a borse e fiere turistiche, e “Gli approdi dei miti: dalla Sibilla al Ciclope”. Infine, su proposta dell’assessore ai Trasporti Sergio Vetrella sono stati individuati i lotti per l’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale. Per il ferro, i lotti sono 3: rete RFI, reti EAV (ex Sepsa, ex Circumvesuviana, ex Mcne), servizi urbani Napoli (Linea 1, Linea 6 e Funicolari).

Per la gomma, sono 5: comune e provincia Salerno; comuni e province Avellino e Benevento; comune e provincia Caserta; provincia di Napoli; comune di Napoli. Infine, per i collegamenti marittimi, sono 2: servizi tra i porti Napoli e Sorrento con Capri, e tra i porti Napoli e Pozzuoli con Ischia e Procida.(ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.