Sita, Gagliano: “Fronte comune per bene territorio”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Salvatore_Gagliano“Le Istituzioni mettano in campo tutti i sacrifici economici possibili per risolvere la vertenza Sita”.  Salvatore Gagliano è “molto preoccupato” e fa appello al più alto senso di responsabilità di chi amministra le “res publica”  per assicurare il lieto fine ad una vicenda che rischia di penalizzare e paralizzare anche il territorio salernitano. L’azienda ha annunciato che dal primo agosto gli autobus non effettueranno più corse e che, a partire da quella stessa data, saranno licenziati 439 dipendenti. “Sono molto preoccupato –afferma il già consigliere regionale e imprenditore turistico della Costiera Amalitana-. Siamo di fronte ad una questione che non ammette campanilismi e divisioni di alcun genere. O colore politico.

Una questione centrale e decisiva sotto l’aspetto occupazionale per il coinvolgimento di centinaia di dipendenti, e quindi di altrettante famiglie, che rischiano di perdere il lavoro in un momento già molto difficile dal punto di vista economico per l’Italia. Una questione strategica e fondamentale sul piano della mobilità per il nostro territorio e per i suoi abitanti, in particolar modo, ma non solo, per chi risiede in Costiera Amalfitana”.

Le ultime notizie che arrivano da Napoli non sono incoraggianti. L’incontro tra i rappresentanti dell’assessorato regionale ai Trasporti, i vertici aziendali della Sita ed i sindacati per cercare di trovare un accordo che potesse scongiurare la fine delle corse, come annunciato nelle scorse settimane, a partire dal 1 agosto con il licenziamento appunto di 439 lavoratori, si è risolto in un nulla di fatto.

L’ennesimo. Una fumata nera che ha fatto addensare nubi scure sul futuro del servizio di trasporto su gomma assicurato dalla Sita. “Non abbiamo più tempo da perdere. Mi appello al senso di responsabilità del governatore della Campania Stefano Caldoro e dell’assessore regionale ai Trasporti, Sergio Vetrella. E’ indispensabile un fronte comune per uno sforzo comune, soprattutto di natura economica, capace di garantire la più rapida risoluzione del problema”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.