Il Sindaco di Angri interviene nuovamente sul Trasporto Pubblico Locale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sindaco_Angri_MauriA seguito dell’incidente ferroviario accaduto lo scorso 5 febbraio 2014 presso la stazione di Portici che ha causato seri problemi alla circolazione dei treni sulla tratta Napoli/Salerno, il Sindaco di Angri Pasquale Mauri è intervenuto più volte in merito.  In un primo momento ha scritto alla Provincia di Salerno, competente per il Trasporto Pubblico Locale, e al CSTP per chiedere un’intensificazione delle corse per le linee di trasporto pubblico dirette a Napoli e Salerno. In un secondo momento, invece, ha lamentato i gravi disagi dei cittadini angresi nel raggiungere le suddette località anche a seguito della decisione della Sita di sospendere temporaneamente il servizio di trasporto pubblico locale, a causa di problemi interni all’azienda, societari ed economici.

Questi accadimenti hanno fatto sì che Angri resti isolata nei collegamenti con Napoli e Salerno penalizzando fortemente i concittadini pendolari che hanno necessità di raggiungere le due città quotidianamente. Tuttavia è dell’altro giorno la notizia che la Provincia di Salerno abbia ottenuto un cospicuo finanziamento a titolo di rimborso per quanto anticipato nel settore del Trasporto Pubblico Locale per gli anni 2004-2011. Il Sindaco Mauri ha così commentato la notizia: “Prendo felicemente nota che la Provincia di Salerno abbia ricevuto la somma di 21 milioni e 156 mila euro relativamente all’ambito del Trasporto Pubblico Locale, a titolo di rimborso per quanto anticipato dall’anno 2004 all’anno 2011. Apprendo inoltre che l’Assessore Provinciale al ramo, Michele Cuozzo, abbia deciso di destinare parte di questi fondi alle imprese del territorio che si occupano del trasporto pubblico locale per migliorare lo stato della mobilità extraurbana. Bene. Entrambe le notizie mi rasserenano non poco.

Tuttavia vorrei ricordare all’Assessore Cuozzo e a tutta l’Amministrazione Provinciale che l’Agro nocerino sarnese da circa tre mesi è isolato nei collegamenti da e verso Napoli. Pertanto chiedo agli organi competenti un intervento immediato per far fronte a questa situazione diventata ormai insostenibile per me in qualità di Sindaco e per i miei concittadini che vengono tristemente lasciati sulle fermate degli autobus. La sola parte residua dei fondi (156 mila euro) basterebbe per introdurre delle corse aggiuntive sulla linea 75 Pagani-Napoli, la cui concessione fa capo alla Provincia, nelle ore di punta mattutine e pomeridiane. Mi auguro che la mia voce venga ascoltata e che ci si dimentichi di essere in campagna elettorale, superando le appartenenze politiche e partitiche e avendo come unico scopo il bene dei cittadini”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.