Vertenza con la “Tempor S.p.A.”: anche il Consiglio di Stato dà ragione a “Salerno Pulita”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
salerno_pulita_Con l’ordinanza n. 1925 del 14.5.2014, la V Sezione del Consiglio di Stato ha rigettato la richiesta cautelare nell’appello proposto dalla Società “Tempor S.p.A. avverso la sentenza n. 665 del 03.04.2014 con cui il T.A.R. Campania-Sez. di Salerno aveva respinto il ricorso proposto dalla citata Società avverso l’esclusione da gara d’appalto bandita dalla “Salerno Pulita S.p.A.” per la fornitura di lavoratori interinali da destinarsi, per la durata di 12 mesi, alle attività di igiene ambientale e raccolta rifiuti sul territorio della Città di Salerno.

La Tempor è una importante Società di somministrazione lavoratori interinali, la cui esclusione era stata disposta dalla Salerno Pulita a causa di “grave malafede” perpetrata dalla Tempor stessa nell’esecuzione di precedente rapporto contrattuale di fornitura lavoratori interinali; rapporto, nell’ambito del quale, la detta Società aveva interrotto la messa a disposizione dei lavoratori (con conseguente ed inevitabile interruzione del servizio di raccolta rifiuti) in un giorno della settimana di ferragosto del 2012 nonché nel giorno della Festa del Santo Patrono cittadino (21 settembre).

Come chiarito negli scritti difensivi degli avv.ti Antonio Brancaccio ed Emilio Ferraro, che hanno patrocinato la Salerno Pulita nel giudizio dinanzi al Consiglio di Stato, siffatte interruzioni avevano determinato gravi disagi alla mobilità cittadina (intralciata dalla spazzatura non rimossa) nonché, soprattutto, gravi rischi per la salute e la salubrità pubbliche (messe in serio pericolo allorquando, in presenza della “calura” estiva, non si è provveduto tempestivamente alla raccolta dei rifiuti dalle strade cittadine).

La decisione del Giudice amministrativo d’appello pone fine ad una lunga querelle tra la Salerno Pulita e la citata Società di fornitura lavoratori interinali. All’indomani della decisione, il Presidente della Società pubblica salernitana, il dott. Pellegrino Barbato, ha dichiarato che «Alla luce della decisione del Giudice amministrativo d’appello, appare evidente che nessuna delle  “condotte non corrette” ventilate dalla “Tempor S.p.A.” a carico sia della “Salerno Pulita S.p.A.” sia del Comune di Salerno è stata mai posta in essere ed appare altresì evidente che, al contrario, l’operato della “parte pubblica” è stato del tutto ineccepibile. Ma ciò che più rileva è che la pronuncia del Consiglio di Stato pone fine ad una speciosa ed annosa questione sorta con una Società di lavoro interinale che tanti problemi aveva causato alla Salerno Pulita ed alla Città di Salerno a causa di indebite interruzioni della fornitura delle unità lavorative necessarie al corretto espletamento delle attività di raccolta rifiuti sul territorio cittadino».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.