Handball: finale scudetto 2014, la cabala è con la Jomi Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Handball_Jomi_Salerno_PDO_5Quinta Finale Scudetto consecutiva, quarta “Bella”, la terza tra le mura amiche della Palumbo. In una sola occasione, nell’ultimo spettacolare lustro, Salerno non ha disputato la terza e decisiva gara per l’aggiudicazione del tricolore: successe nella stagione 2010/1, finale contro Sassari. Ma all’epoca il regolamento non prevedeva l’eventuale terza gara e così la PDO, all’epoca allenata da Andreasic (subentrato a Prosenjiak), si impose sul Sassari in due partite grazie ad una migliore differenza reti. Eccezione che conferma la regola, regola che vuole il tricolore assegnato sempre alla terza e decisiva partita di Finale. I precedenti sorridono alla Jomi Salerno che quando ha potuto disporre della terza e decisiva sfida alla Palumbo ha sempre fatto centro: nel 2010 (vittoria in gara tre contro Teramo) e l’anno passato, vittoria al fotofinish contro Sassari.

Andò male per Salerno nel 2013: Finale Scudetto persa in gara tre a Teramo contro le abruzzesi. Avversario nuovo, il Conversano, copione inedito, due pareggi nelle prima due gare, si spera identico finale. “Lavoriamo per questo – sottolinea il diesse Lino Loria – la conquista del titolo italiano è l’obiettivo massimo cui tendere ogni stagione. E questa non è differente dalle altre. Arriviamo a questa gara di bella – prosegue – dopo due gare molto combattute, equilibrate e identiche nello svolgimento. Riusciamo a partire e chiudere le partite sempre con un passo superiore rispetto alle nostre avversarie ma subiamo incredibilmente nel primo quarto della ripresa. Sia a Salerno che a Conversano abbiamo approcciato bene la gara ma poi abbiamo sofferto il loro ritorno. Per sabato mi attendo una condotta più lineare”. Nonostante abbia fatto incetta di successi nelle ultime stagioni, la Jomi Salerno non appare per nulla appagata, sempre pronta, com’è a rilanciare, a rinnovare la sfida, a rigenerarsi pur rimanendo sempre ai vertici. “Nelle ultime cinque stagioni sono cambiate tante cose. Sono cambiati i regolamenti, si è passati da tre straniere ad una, sono cambiati gli allenatori, è cambiato anche il roster, oggi molto giovane e di prospettiva, ma non è mai cambiata la nostra mentalità, la nostra organizzazione e credo che questo rappresenti il vero valore di questo club. Ma siccome nello sport non si vive di glorie passate – conclude Loria – è  altrettanto giusto pensare che sia proprio quella di sabato la sfida più importante di questo splendido quinquennio. Per noi la vittoria è una dolce condanna”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.