La Consulta Provinciale degli Studenti di Salerno in visita a Napoli presso la Fondazione “A Voce d’e creature Onlus”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Consulta_Studenti_a_Napoli_2Qualche giorno fa, la CPS, Consulta Provinciale degli Studenti di Salerno, così come deciso dall’Assemblea, si è recata, in plenaria, a Napoli presso la Fondazione  ‘A Voce d’’e creature Onlus” in via Piazzolla al Trivio. Ha sede nella famosa “Villa di Bambù” confiscata alla criminalità organizzata e dimora del boss della camorra Raffaele Brancaccio, detto anche Bambù per via della piante, appunto di bambù, che recintavano tutta la struttura. La villa gli fu sequestrata nel 2007 ed una parte fu riassegnata alla famiglia poco tempo dopo proprio mentre fervevano i preparativi per  inaugurare “A voce de creature”.

Metà della villa, infatti, fu chiesta e data a don Luigi Merola per la istituzione di una fondazione che potesse avere cura e recupero di bambini con genitori in carcere o abbandonati. Un bene confiscato da utilizzare per il recupero sociale soprattutto dei bambini e degli adolescenti cui vengono date opportunità formative scolastiche, sociali e culturali. Istituita da Don Luigi Merola, ex parroco di Forcella,  la Fondazione è stata creata affinché i bambini non diventino futuri delinquenti affiliati alla criminalità che pur minaccia la zona. Per far si che ciò non accada, il parroco ha cercato di mettere a completa disposizione la struttura.

Al posto dell’ex zoo del boss Brancaccio dove erano custoditi i suoi animali “domestici” tra cui un leone e un coccodrillo,  v’è stato costruito un campetto di calcetto e nell’ area adiacente tavoli da ping-pong e calcio balilla. Al piano terra abbiamo visitato le aule studio frequentate dai circa quaranta bambini con la supervisione dei volontari della Fondazione. Al primo piano siamo entrati nelle aule musicali dove abbiamo trovato ben tre batterie, ciascuna suonata da tre batteristi componenti della Consulta. Con me alle batterie Gianmarco D’Agosto e Christian Rago. Abbiamo intrattenuto i bambini, gli educatori e tutti della Consulta. La struttura è dotata anche di un’aula informatica con ben otto postazioni e computer. Un’aula è adibita all’apprendimento delle arti marziali miste e, vi è una piccola cappella.

Consulta_Studenti_a_NapoliLa Consulta Provinciale degli Studenti di Salerno è stata accolta dai collaboratori di Don Luigi Merola e da alcuni bambini in maniera molto calorosa che ci hanno fatto riflettere sul tipo di realtà che vivono ogni giorno questi piccoli strappati dalle braccia dell’affetto familiare per far parte del grande esercito dell’ illegalità.  Ecco perché la plenaria itinerante è stata dedicata all’educazione alla solidarietà e soprattutto alla legalità. Noi ragazzi della Consulta abbiamo potuto trarre eccezionali conclusioni da questa esperienza vissuta tra le mura della Fondazione e ringraziamo ancora e gli istituti alberghieri Virtuoso di Salerno e Ancel Kies di Castelnuovo Cilento per averci offerto la possibilità di pranzare tutti insieme, con pietanze succulenti preparate e servite dalle rispettive brigate, scambiando quattro chiacchiere con Don Luigi ed i bambini, cantando e ballando e carpendo nei loro visi la felicità e la spensieratezza nel trascorrere quel momento in nostra compagnia. Ringraziamo Don Luigi Merola e lo staff della Fondazione, per noi, è stata una giornata formativa ricca di suggestioni

Vincenzo Fontana – Consulta Provinciale degli Studenti di Salerno

Consulta_Studenti_a_Napoli_3
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.