Mozzarella di Bufala, Confagricoltura: “Tracciabilità obbligatoria e doppio stabilimento non possono essere rimessi in discussione”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
mozzarella_di_bufala“Quanto previsto nel Decreto #campolibero mette  in discussione le necessarie garanzie per i consumatori e vanifica il lungo e pressante lavoro che ha coinvolto  Amministrazioni, Organizzazioni agricole e Industriali”. A denunciare l’assurda situazione che si potrebbe creare per il comparto della mozzarella di bufala è ancora una volta Confagricoltura che sul Decreto #campolibero  lancia la massima allerta all’intera compagine politica. Le notizie raccolte fanno temere che con l’approvazione del decreto #campolibero  si voglia tornare al vecchio sistema – quello che ha permesso di truffare i consumatori –  eliminando l’obbligo previsto per il prossimo 1 luglio di separazione degli stabilimenti di produzione della Mozzarella di bufala.

Ancor più mortificanti per tutta la filiera sono le nuove  ipotesi, contenute sempre nel disposto #campolibero, sul rinvio dell’applicazione del sistema di tracciabilità vincolato all’emanazione dell’ennesimo Decreto Ministeriale. Per un prodotto come la mozzarella di bufala DOP Confagricoltura,  da anni, sta sostenendo e sollecitando in tutte le sedi Politico-Amministrative e produttive  la tracciabilità obbligatoria della materia prima di tutta la filiera – sul modello di quanto previsto dalla Regione Campania – ma anche  l’immediata inderogabile attuazione della norma sul doppio stabilimento, con una sola eccezione per i caseifici che si impegnano ad utilizzare per tutta le propria gamma produttiva solo latte di bufala tracciato idoneo alla Dop, come già avviene nei caseifici del Parmigiano Reggiano. Tutto questo sancito in un accordo con le altre rappresentanze agricole ed industriali.

Queste sono le uniche armi che abbiamo per contrastare le frodi a danno degli allevatori e dei consumatori – dice Ernesto Buondonno, presidente della Federazione Nazionale di Prodotto Allevamenti Bufalini di Confagricoltura – e proprio ora che la normativa stava finalmente per entrare in vigore è altissimo il rischio che una certa politica voglia e tenti  di rimettere tutto in discussione”.  Uno schiaffo ai consumatori e un duro colpo alla filiera onesta!  “Abbiamo quindi  l’urgenza e la necessità – conclude Buondonno – che il sistema della tracciabilità obbligatoria e del doppio stabilimento, da noi proposto con forza, venga adottato urgentemente e senza ulteriori proroghe. I rischi sono evidenti,  ma nonostante tutto, qualcuno ancora non ne è consapevole ”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.