Raccolta differenziata record a Castel San Giorgio con 82,22% ad aprile. Assessore, “Nessuno come noi”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
locandina_castelL’Amministrazione Comunale di Castel San Giorgio guidata dal Sindaco Franco Longanella e l’Assessorato all’Ambiente retto da Michele Salvati, comunicano che nel mese di aprile 2014 è stato raggiunta la percentuale record per la raccolta differenziata dell’82,22%. Non nasconde la propria soddisfazione l’Assessore Salvati: «Ci tengo ad evidenziare che nessun Comune sopra i 10.000 abitanti ha raggiunto la soglia dell’82,22%. Da gennaio siamo passati in soli quattro mesi dal 67% a questa rilevante percentuale, frutto dell’impegno dei nostri concittadini e delle numerose iniziativemesse in campo dall’Amministrazione Longanella. A questo proposito, approfitto per annunciare un’altra novità che cercheremo di realizzare al più presto. Da giugno distribuiremo le nuove buste per la raccolta e, in accordo con il Consorzio di Bacino, tenteremo di conferire i cartoni utilizzati per le pizze, nel sacchetto carta anziché in quello dell’indifferenziato. Potremo così aumentare ancor più la percentuale di raccolta differenziata. E’ nostra intenzione organizzare un incontro con i titolari delle pizzerie per far sì che possano stampare messaggi di sensibilizzazione alla raccolta sui cartoni da asporto, ricevendo in cambio uno sconto sulla tassa».

Il Sindaco Franco Longanella sottolinea la bontà delle scelte effettuate: «Grazie all’impegno dei cittadini di Castel San Giorgio, oggi possiamo affermare senza ombra di smentita di essere una comunità che rispetta sempre più l’ambiente e ottiene risultati straordinari nell’ambito della raccolta differenziata. Le tematiche ambientali sono state sempre uno dei punti principali della nostra azione amministrativa e così sarà anche per il futuro».

 

Per ulteriori informazioni rivolgersi all’ufficio di Staff del Sindaco 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. quindi se l’82% viene riciclato vuol dire che l’82% viene venduto; da questo si deduce che questo 82% non rappresenta un costo, bensì un guadagno. Non voglio neppure calcolarlo questo guadagno, ma mi soffermo sul semplice fatto che resta solamente un 18%.
    Ora la domanda:
    Le bollette si sono ridotte al 18%!??!?! oppure, hanno avuto una riduzione dell’82%?!?! NO? e PERCHE’??? (dovrebbe essere anche maggiore, visto che andrebbe decurtato il guadagno dovuto alla vendita del materiale raccolto..)
    Il discorso ovviamente è generale, vale per questo tipo di raccolta; non mi riferisco solo alla città di Castel S.G.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.