Lotito a La Città: “Vi ricordate i fallimenti in pochi anni?”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Lotito_pensieroso“Nella vita si fanno delle scelte: Gregucci ha scelto di dire no alla nostra offerta e ne abbiamo preso atto”. A dirlo Claudio Lotito in una intervista al quotidiano La Città. Il patron aggiunge: “Tutti sono utili e nessuno è indispensabile. Ci sono idee, visioni, aspettative. Poi vanno confrontate e si vede se ci sono i presupposti per il matrimonio. Con Angelo Gregucci non c’erano. Premesso che ognuno ha le proprie idee sul calcio, ho voluto incontrarlo per capire. Lui giustamente fa un ragionamento di carattere economico: ritiene di essere un allenatore di grido e chiede stipendio commisurato. Noi, invece, facciamo un ragionamento di carattere progettuale, organizzativo, di rendimento: lo stipendio va rapportato alla categoria, deve tener conto dell’obiettivo raggiunto. Se non vinci, che ti devo dare? Il contratto è un’altra cosa sulla quale si dovrebbe ragionare. Se tu allenatore resti a casa e non vieni ad allenare a Salerno per un mese, allora si potrebbe operare diversamente.

Dall’altra parte il professionista dice ‘carta canta’. Ha il contratto e lo impugna. E’ un po’ come la barzelletta del cliente e dell’avvocato, ma lasciamo perdere. Con mio cognato tutto in ordine – prosegue Lotito replicando alle presunte voci di frizioni all’interno della proprietà sul destino di Gregucci – Marco ha parlato prima di me con Gregucci e aveva preso la sua decisione di separarsi dall’allenatore. Poi ho voluto capire io. Tutto ok, nessuna divergenza. D’altra parte,c’eravamo incontrati per rinnovare, non per cacciarlo. E’ uguale a quando si entra in un negozio perché in vetrina c’è un abito bello: ti piace, lo guardi, chiedi il prezzo ma se non fa per te non lo prendi più. Forse Gregucci aveva pure qualcos’altro per le mani”.

Sul futuro e sulle scelte Lotito aggiunge: “La squadra la fa la proprietà, ascoltate le indicazioni del direttore sportivo che segue il mercato. L’allenatore è tecnico, gestore del gruppo ed aziendalista e deve far rendere la squadra esaltandone le caratteristiche. Tempi stretti, assolutamente. A luglio c’è il ritiro, bisogna organizzare. Ne parlerò nei prossimi giorni con Fabiani e mio cognato. Vorrei, però, che tutti ricordassero una cosa: gli uomini passano, sia gli allenatori che i calciatori, funzionali a una stagione o più di una. Solo una cosa è importante: il club, quindi chi lo gestisce. Il presidente è fondamentale, perché è quello che ci mette i soldi. Noi dobbiamo fare valutazioni attende, di salvaguardia del patrimonio calcistico che appartiene ad una piazza. Ve la ricordate la storia? Purtroppo ci sono stati due fallimenti in pochi anni. Spendere bene non significa spendere poco. Anzi, meglio spendere bene e con oculatezza che spendere tutto sperperando, senza raggiungere poi l’obiettivo. La squadra sarà di sicuro competitiva”.

Fonte La Città di Salerno

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. MA NON LO SO, QUEST’UOMO A VOLTA STRAPRLA A VOLTE SEMBRA CHE PARLA CON COGNIZIONE, IL PROBLEMA CHE A ME, NON PIACE, NON MI DA’ LA NATURALE FIDUCIA DI UN PRESIDENTE DI UNA SQUADRA DI CALCIO, SPECIALMENTE DELLA SALERNITANA, NON LO VEDO CONVINTO QUELLO CHE DIC3E LO DICE COME SE FOSSE SCRITTO SU UN PEZZO DI CARTA E LO LEGGE.
    PER ESEMPIO GREGUCCI, DACCORDO SE NON VINCI NIENTE NIENTE TI AUMENTO PERO’ PUYOI ANCHE CAMBIARE GLI ACCORDI TI ACCORDSO QUELLO CHE DICI SE RIESCI SE NO’ TI PAGO QUELLO CHE DICO IO, SECONDO ME GREGUCCI GLI HA CHIESTO GIOCATORI CHE COSTANO E’ LUI NON NE VUOLE SAPERE, SPERIAMO BENE MA NON LA VEDO PER LA QUALE

  2. IO STO PIENAMENTE CON LOTITO E MEZZAROMA, GREGUCCI ALLENATORE DI GRIDO???? MA COSA HA MAI VINTO????
    MA DI COSA STIAMO PARLANDO???

  3. Basta con sti ricatti, basta ricordarci sempre il fallimento, ma chi cavolo ti credi di essere? con la Lazzio hai vito solo le coppe algida e con la salernitana 2 campionati di cui uno nei dilettanti e uno in serie c2, che oltretutto lo stavamo anche perdendo. hai stufato con le tue idiozie, puoi anche andare via, mangio, bevo e dormo lo stesso.

  4. lotirchio, alla fine contano i numeri: quest’anno hai fallito sia con la Lazio che con la Salernitana, perciò a questi livelli non puoi continuare ad avere 2 società e la Salernitana non può essere “seconda società” di nessuno in quanto per bacino d’utenza può fare tranquillamente la A (vedi ’98/99), perciò fai una scelta: o la Lazio o la Salernitana oppure tieniti la Lazio e lascia la proprietà della Sal solo a tuo cognato che può fare calcio, se volesse, tranquillamente da solo affidandosi ad un dg importante (c’è Perinetti libero tanto per dire)…

  5. se non sara’ una salernitana competitiva che lotta per i primi due posti il problema principale sara’ solo il suo, perché dopo quest’anno la gente verra’ allo stadio solo se vede una squadra forte altrimenti si sta a casa…….piu’ resta in prima divisione e più ci rimette soldi, perché in questa categoria sapete benissimo che ci rimetti sempre economicamente ….non penso siano stupidi fino a questo punto

  6. LOTITO LA SENTI QUESTA VOCE A SALERNO NESSUNOI TI A CHIAMATO TE NE PUOI ANDARE PURE A FANCULO

  7. Una volta Lotito ha detto che la Lazio è passione e la Salernitana un mero interesse economico.
    Il fatto che denigri sempre il passato dei granata è la conferma di ciò che prova per la Salernitana.
    Ma, il Presidente deve ricordare anche i successi passati della nostra squadra, i campioni che vi hanno giocato e l’amore che lega i suoi tifosi alla compagine del cavalluccio marino.
    Salerno, la salernitana ed i suoi tifosi meritano rispetto.
    E poi ,se squadre come il Sassuolo, il Livorno, il Latina, il Trapani militano tra A e B, non vedo perchè la Salernitana non debba mirare a simili traguardi.

  8. e sto’ gran Caciottaro ricomincia a fare lo spocchioso e ad insultare. .Mi raccomando eh…di nuovo in fila a dargli i vostri danari.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.