Concorso EducaRaee, raccolti oltre 4mila rifiuti elettronici. Scuola di Salerno “Campione di riciclo”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Legambiente_educareOltre quattromila oggetti, dagli accessori per pc ai telefonini, giocattoli e altre piccole apparecchiature elettroniche giunte a fine vita e ora recuperate e avviate al riciclo grazie alla grande mobilitazione scolastica promossa in Campania da Legambiente Campania e dal Consorzio Ecoem. Protagonisti indiscussi i circa 6mila alunni delle dieci scuole primarie della regione che sono state coinvolte nel progetto “EducaRaee”, nato con l’obiettivo di stimolare l’interesse degli alunni per le tematiche ambientali e per il corretto riciclo e riutilizzo dei RAEE e sviluppatosi attraverso incontri e lezioni nelle classi e con il concorso finale per decretare la scuola “Campione di Riciclo”.

Venerdì mattina a Salerno si è svolta la premiazione finale della particolare gara che ha visto trionfare l’istituto salernitano “Giovanni XXIII” che con una media di circa 100 Raee raccolti per classe ha battuto le altre scuole in gara esi è aggiudicato un videoproiettore offerto da Legambiente ed EcoemSul podio anche l’istituto comprensivo di Telese, al secondo posto, e il “Federico Torre” di Benevento al terzo. In ognuno dei dieci istituti coinvolti, inoltre, sarà premiata la “classe campione di riciclo” con una targa. Per promuovere comportamenti sostenibili da parte dei cittadini Legambiente Campania ha stretto un accordo con il Consorzio ECOEM, un sistema collettivo per la gestione dei RAEE radicato nel sud Italia  coinvolgendo – in una serie di iniziative in programma per quest’anno – sia i ragazzi delle scuole, gli studenti universitari ma anche amministratori e tecnici comunali con seminari di formazione, il primo dei quali si è svolto nei giorni scorsi all’Università Parthenope di Napoli.

“Se i rifiuti nel complesso rappresentano un problema e contemporaneamente una opportunità per lo sviluppo di filiere importanti della green economy, per i Raee questo discorso assume un valore ancora più alto e pertinente – ha dichiarato Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania -. La gestione corretta dello smaltimento dei materiali elettrici ed elettronici, infatti, può alimentare sostanziosamente il settore del riciclaggio delle materie che li compongono, la riduzione degli impatti della produzione come dell’uso delle risorse naturali ed energetiche. Si tratta di una filiera nascente, perché la normativa sui RAEE è molto recente e i problemi non mancano, ma con grandi prospettive. Proprio per questo Legambiente e il Consorzio Ecoem vogliono lavorare ancora di più sull’informazione ai cittadini e sulle reti di raccolta dei comuni, così da tagliare fuori dal mercato gli imprenditori non rispettosi della legge pianificando un sistema efficace di controlli e impedire così i traffici illeciti”.

“Educaraee è solo alla sua prima edizione ed é stato un successo – commenta Fabio Fasolino, presidente del Consorzio Ecoem -. Il Consorzio Ecoem sarà sempre più presente ai fini di promozione della cultura del riuso e riciclo di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Ecoem é vicino ad Enti ed imprenditori per facilitare e rendere vantaggiosa l’oramai obbligatoria ed indispensabile, gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche”.

                Ecco la classifica definitiva del concorso EducaRaee 

Scuola

Comune

Numero classi

n. RAEE

n.RAEE /n.classi

SCUOLA MEDIA STATALE GIOVANNI XXIII

Salerno

2

205

102.50

IC TELESE TERME

Telese

3

216

72.00

IC FEDERICO TORRE

Benevento

12

716

59.67

IC 70 MARINO-SANTA ROSA PONTICELLI

Napoli

12

361

30.08

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO F. SOLIMENA

Avellino

13

304

23.38

DIREZIONE DIDATTICA STATALE

Solofra

10

228

22.80

DIREZIONE DIDATTICA III CIRCOLO

Caserta

15

337

22.47

IC S. GAETANO SCAMPIA

Napoli

30

663

22.10

III CD NOCERA INFERIORE

Nocera Inferiore

27

531

19.67

DIREZIONE DIDATTICA IV CIRCOLO LORENZINI

Caserta

14

185

13.21

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.