24 anni dopo Somma ricorda il 3 Giugno del 1990 da allenatore della Salernitana

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Salernitana_anni_9024 anni dopo Somma ricorda il 3 giugno del 1990 da allenatore della Salernitana. Quella di oggi è una data speciale per tanti sportivi salernitani. Il 3 giugno di 24 anni fa la Salernitana, guidata dal compianto Agostino Di Bartolomei, raggiungeva la serie B attesa 24 anni. Si giocava al Vestuti, il vecchio e storico stadio di Piazza Casalbore, nel cuore della città contro un avversario, il Taranto, già promosso in B e che non oppose alcuna resistenza a quella Salernitana. Si giocava in uno stadio traboccante di entusiasmo dove quella squadra centrò una promozione attesa ed inseguita per oltre due decenni. Ventiquattro anni dopo quella promozione assume un sapore speciale per due motivi: in primis perché quella fu l’ultima partita da calciatore di Agostino Di Bartolomei di cui tre giorni fa si è celebrato il suo ricordo a 20 anni dalla tragica scomparsa.

Il secondo motivo speciale è che in quella Salernitana, con il numero quattro sulle spalle, c’era un giovane e veloce difensore centrale, originario di Latina, ma da subito legato a filo doppio a Salerno ed alla Salernitana che 48 ore fa ha ricevuto un incarico prezioso e prestigioso. Quel giovane difensore oggi è un uomo ed ha la possibilità inseguita da una vita: allenare la Salernitana, la sua Salernitana come ha sempre detto quando nei dibattiti e nei salotti televisivi nazionali è stato ospitato. Mario Somma e Salerno un legame forte che negli anni non si è mai concretizzato. Oggi a Mario Somma, i tifosi chiedono di trasferire nella squadra che guiderà nel prossimo campionato quella grinta, quei valori, quel senso di appartenenza, quella salernitanà che anche i calciatori non salernitani come i vari Della Pietra, Di Battista, Battara, Somma, Di Bartolomei, sapevano tirare fuori nei momenti difficili.

Una squadra, quella,  che era un tutt’uno con la città e con un presidente meno facoltoso del duo Lotito –Mezzaroma ma con una passione ed una energia da vendere. Che questa data, che quei ricordi, possano essere di buon auspicio all’alba di una stagione che presenta non poche insidie per Mario Somma e per la Salernitana. Scelto l’allenatore bisogna adesso fare una squadra di tutto rispetto per consentire al mister di avere a disposizione un organico di primo livello già dal ritiro. Conoscendo Somma, il suo modo di lavorare, le sue caratteristiche e le sue potenzialità siamo certi che farà bene se verrà messo in condizione di poter lavorare come solo lui sa fare.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.