Sanità: Campania; Anao-Assomed,servono Lea e sblocco turn over

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
medici_generica-e1365769430121Superata la fase emergenziale e rimessi in ordine i conti della sanità, è il momento di investire sui livelli essenziali di assistenza e su nuovo personale. È l’allarme lanciato da Anao-Assomed, sindacato dei medici campani in occasione del settimo congresso regionale. “Raggiunto il pareggio di bilancio, è il momento di una risposta – ha detto Bruno Zuccarelli, presidente dell’ordine dei medici – Serve un patto tra sindacato e istituzioni per la sicurezza degli operatori e dei pazienti”. E i livelli di assistenza non devono virgolette essere “eventuali” ma, come dice l’acronimo “essenziali”.
Ecco perché occorre erogare assistenza così da “bloccare la fuga di cervelli all’estero e la fuga dei pazienti in altre regioni”.
“Abbiamo know how sul quale lavorare – ha aggiunto – serve l’aiuto della Regione e Governo su tanti temi e tra questi lo sblocco del turn over”. Il segretario nazionale di Anao-Assomed, Costantino Troise, ha lanciato un appello alla politica affinché “si accorga della sofferenza della sanità e valorizzi sistema, puntando sui medici”. “L’elevato numero di laureati e specializzati nelle varie discipline della medicina che vanno a cercare lavoro altrove – ha affermato – indicano che la formazione ormai produce disoccupazione”. Serve, a suo avviso, un “cambio di paradigma” per fermare quella che Troise definisce, “una emorragia”
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. ma questo è un problema sempre esistito…Fanno bene ad andare via. Io ho dovuto aspettare 10 anni dopo la laurea prima di una neanche tanto degna occupazione; quando oramai i coglioni mi facevano inciampare ad ogni passo e quando zelo e altruismo erano oramai al lumicino. Dopo tanta attesa si rischia di diventare cinici e si cerca lavoro solo per vivere. Se poi a questo aggiungiamo la malafede dell’utenza allora sapete che vi dico …… meglio che non ve lo dico! ma sarebbe meglio per tutti (utenza e aziende sanitarie) dare spazio e incoraggiamento a questi nuovi laureati che hanno preparazione e palle da vendere!

  2. leggo ancora,purtroppo,parole inutili e piene di demagogia.Se vogliamo aiutare i giovani colleghi(molto preparati edotati di grande entusiasmo),perchè si da la possibilità a colleghi ospelieri che hanno raggiunto la pensione ,di poter continuare la professione riprendendo incarichi nella medicina di base o nella specialistica ambulatoriale? Perchè non si riesce a ridurre il massimale del numero di assistiti,garantendo una assistenza migliore e,di conseguenza,uno scorrimento più veloce delle graduatorie?

  3. 41 enne mi ritengo fortunato perché lavoro in ospedale da quasi 10 anni; i miei colleghi 60 Ennio arrancano ogni giorno producendo poco e male..aspettano con ansia la pensione rubando lo stipendio.e’ giusto come detto prima aprire le porte ai giovani,bravi e preparati,andrebbero previsti contratti di solidarietà e mandati finalmente a casa questa pletora di nullafacenti.
    Ad maiora

  4. assumete i giovani, invece di trattenere in servizio i medici (fino ai 70 anni) che non sono nemmeno più tanto lucidi, camminano con il bastone e servono poco e nulla nell’assitenza ai malati!!!! maledetta politica!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.